Archivi del mese: gennaio 2018

gennaio 2018

Il violino di Aushwitz: la Shoah raccontata a tremila bambini con le loro parole.

È terminata la rassegna “Il violino di Auschwitz” dedicata alla Shoah.


Organizzata e pensata dalla Fondazione S.E.C.A. e libreria Miranfù, con il patrocinio morale della Comunità Ebraica di Napoli e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Trani, la serie di appuntamenti tra il 16 ed il 26 gennaio ha interessato gli studenti delle scuole elementari e medie di primo grado.
“E’ giusto iniziare a parlare della storia, anche quella che fa male, anche agli studenti più piccoli. È ovvio, cambia il linguaggio, si cerca di renderlo accessibile e non spaventoso, insomma, lo si adatta ad una fascia d’età normalmente esclusa da questioni come le guerre o i fatti storici – dicono gli organizzatori – che fanno rabbrividire, ma che abbiamo il dovere di ricordare per impegnarci a non ripetere”.
Così attraverso laboratori artistici, visite guidate, proiezioni di film, mostre, presentazioni di libri e spettacoli teatrali, più di tremila bambini hanno partecipato alla dieci giorni appena trascorsa.
Ospite d’eccellenza di questa rassegna, destinata ormai ad avere cadenza annuale, è stata l’autrice, premio Andersen, Anna Lavatelli che, dopo averlo presentato in Senato, ha parlato in pubblico per la prima volta del suo nuovo lavoro letterario alla presenza di intere scolaresche ed ha dato il nome all’intera rassegna: Il violino di Auschwitz.
Dal libro suddetto è stata allestita anche una mostra, undici illustrazioni di Cinzia Ghigliano, fruibile gratuitamente e presente nella corte del polo museale di trani fino al 15 febbraio prossimo.
Dal libro, sempre, una classe della scuola Petronelli di Trani, guidata dalle maestre Valeria Bellavia e Concetta Palmieri, ha messo su uno spettacolo commovente, interamente recitato dai piccoli ed eccellenti studenti.
Ciò che ha colpito sono stati l’entusiasmo con cui le scuole hanno accolto l’invito a partecipare e l’attenzione dei ragazzi che durante le intere mattinate di attività hanno posto domande, preso appunti e portato a casa un’esperienza nuova.
La parola d’ordine è sempre stata “memoria” e la stessa deve essere il filo rosso di ogni giorno in tutto l’anno: memoria di ciò che ontologicamente è bene, memoria di ciò che si fa, di ciò che va fatto, di ciò che non deve essere più.

“IL SERVO” dal romanzo omonimo di Robin Maugham. Il 3 e il 4 febbraio al teatro Kismet

Quando si parla di Lino Musella viene subito in mente Rosario “O’ Nan” della serie Gomorra. Musella ha alle spalle una brillante carriera teatrale, che l’ha visto raccogliere premi come l’Histryo e Le Maschere del Teatro, l’anno scorso era candidato al Premio Ubu come Miglior Attore, il 3 e 4 febbraio (ore 21, info 080.579.76.67) sarà al Teatro Kismet per “Il servo” di Andrea Renzi e Pierpaolo Sepe, ispirato al capolavoro dello scrittore anglosassone Robin Maugham – testo noto per la trasposizione cinematografica di Joseph Losey del 1963 con la sceneggiatura di Harold Pinter.

In questo spettacolo Musella veste i panni di un maggiordomo, Hugo Barrett, manipolativo e strumentalmente cerimonioso, al limite del ricattatorio. Preso a servizio dal giovane avvocato londinese Tony Mounset, interpretato da Andrea Sepe, tornato dopo alcuni anni dall’Africa, il servo diventa l’esemplare e irrinunciabile tuttofare del ricco e aristocratico signore, fino a “rubargli” progressivamente l’anima.
Sul palcoscenico del teatro Kismet un intero cast d’eccezione a partire da Lino Musella e Andrea Sepe, ci saranno: nei panni del migliore amico di Richard Tony Laudadio, che ha collaborato con Toni Servillo sulle scene al cinema ha lavorato con Sorrentino (L’uomo in più), Nanni Moretti (Mia madre) ed Edoardo De Angelis (Mozzarella Stories, Indivisibili); nei panni della fidanzata Sally Emilia Scarpati Fanetti e ancora Maria Laila Fernandez (premio Hystrio 2014).


L’allestimento segue l’andamento di un thriller e ”lo spettatore rimane anch’egli invischiato per merito di una messinscena dal meccanismo teatrale perfettamente ritmato, che sa far crescere la tensione e mantenerla fino alla fine”, come scrive il critico Giuseppe Distefano. Il lavoro di Andrea Renzi e Pierpaolo Sepe parte dall’adattamento teatrale che lo stesso Maugham realizzò nel 1958 e evoca le atmosfere del celebre film di Joseph Losey del 1963 con la sceneggiatura di Harold Pinter. La traduzione di Lorenzo Pavolini (che aveva già tradotto il romanzo, nel 2000, per e\o) intreccia le due versioni del testo, concentrandosi essenzialmente sulla scrittura del romanzo che, rispetto al testo teatrale, «è decisamente più scarna e minima, concentrata nel raccontare un preciso costume sociale», come evidenzia lo stesso Pavolini nelle note alla traduzione.

Il 10 febbraio “Glamour party” presso la grotta di “Masseria Cazzigna

Sabato 10 febbraio, ritorna un altro “Glamour party” che si terrá come consuetudine in una location esclusiva ed unica nel suo genere.
La grotta di “Masseria Cazzigna”, residenza privata in quel di Pezze di Greco, sarà il clubtheater in cui le maschere più originali, saranno protagoniste assolute di una notte indimenticabile.
Il fil rouge rimane il puro divertimento e lo star bene tra amici, all’insegna della spensieratezza.


Il line up dell’evento, sarà affidato a Silvano, music designer dalla trentennale esperienza e giá ideatore del marchio “Push up eventi” che, con Gianluca Ferrigni e Peter Green on the mike, proietteranno gli ospiti in un viaggio musicale lungo due secoli.
Non trascurando le ragioni del palato, maestri panzerottai saranno pronti a soddisfare i buongustai più esigenti.
Dulcis in fundo, una giuria intransigente, premierà i costumi più originali e creativi.
L’evento è privato e l’accesso rigorosamente selezionato.

Disney color, a Molfetta, e le feste a misura di bambino

Disney color non è solo punto vendita di materiale scolastico e di giocattoli. Disney color organizza feste e compleanni per bambini dai 4 anni in su. Di seguito vi segnaliamo questi due eventi da non perderebbe assolutamente:

Il 27 gennaio si terrà, a partire dalle ore 17:30 Fino alle ore 19:30, il laboratorio “metti in moto la tua fantasia e realizza la tua maschera” dove i bambini creeranno, con le loro sapienti mani e con tantissima fantasia, la loro maschera preferita. Il costo è di € 7,00 compreso di materiali e merenda.

Il 10 ebraico ci sarà la “festa in maschera”. I bimbi, tutti mascherati, giocheranno con palloncini, stelle filanti e coriandoli coloratissimi. Compreso di mini buffet, il costo e’ di € 9,00. Inizio alle ore 17:30, fine alle ore 19:30.

Domani 21 gennaio “In viaggio”, lo spettacolo a cura di Arterie

Domani, 21 gennaio IN VIAGGIO, spettacolo teatrale a cura di Arterie Teatro e Room to Play ad ANNO NUOVO STORIE NUOVE VII ed. – teatro per bambini e famiglie, con la direzione artistica di Alessandra Sciancalepore e il patrocinio del Comune di Molfetta.
Cerca la destinazione sulla mappa, progetta l’itinerario e scandisci le tappe.
Prepara le tue cose, solo il necessario per un bagaglio leggero.
Saluta tutti i tuoi amici, anche la Terra, il Cielo e gli occhi di chi ti vuole bene.
Sarà un viaggio pieno di avventure, incontri, imprevisti: sta’ attento, questa non è una vacanza.. destinazione LA FELICITA’!
Uno spettacolo che racconta ai più piccoli, con delicatezza, sincerità e umorismo la realtà di chi deve lasciare la propria casa e i propri affetti per avventurarsi in un viaggio, che è una fuga, alla ricerca di un luogo, in cui poter semplicemente vivere ed essere felici.


Gli spettacoli si terranno presso La Cittadella degli Artisti a Molfetta.
Porta ore 17:45 – sipario ore 18:00
Info e prenotazioni al 3403868956 o presso il botteghino della Cittadella degli Artisti (circuito booking show)

Il 27 gennaio a Molfetta le celebrazioni per la Giornata della Memoria.

Racconti, storia, musica e testimonianze dai campi di concentramento, si terrà a Molfetta il 27 gennaio 2018, alle ore 9.15 nella Sala Beniamino Finocchiaro (Fabbrica di San Domenico) l’evento storico musicale “Le parole ritrovate.”
L’evento è organizzato dall’associazione Artemia, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Molfetta e in collaborazione con: Ipsaic, Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, IISS Liceo Classico Leonardo da Vinci di Molfetta, IISS G. Ferraris – Montalcini di Molfetta, il Circolo dei Lettori G. Ferraris e il gruppo di musica ebraica Luna, Croce e Stella.
Dopo i saluti istituzionali di Tommaso Minervini Sindaco del Comune di Molfetta e di Sara Allegretta, assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Molfetta, seguirà l’introduzione storica del prof. Vito Antonio Leuzzi, direttore Ipsaic, di Pasquale Gallo docente dell’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari e autore del volume “Profughi Austriaci nella Bari del 1944”, Edizioni Dal Sud; concluderà la sessione storica la prof.ssa Maria Teresa Santacroce, ricercatrice Ipsaic.
Alla lezione storica, seguirà il reading teatrale tratto da “Anna Frank. Diario”, “L’amico Ritrovato” di Fred Uhlman, “Il Bambino con il pigiama a righe” di John Boyne e “Bambino n. 30529” di Felix Weinberg con gli studenti: Claudia de Palma, Ombretta Giancaspro, Sabrina de Nichilo, Miriana Tambone, Martina Valente e Nadia Altomare dell’IISS G. Ferraris – Montalcini di Molfetta e dagli studenti: Davide Sasso, Claudia Gadaleta, Paola Corrieri, Emanuela Mazzilli, Aurora Morgigno dell’IISS Liceo Classico Leonardo Da Vinci di Molfetta.
Le letture saranno accompagnate dal gruppo di musica ebraica Luna, Croce e Stella composto da: Francesco Attolini, Stefano Attolini, Lillo Gabriele e Pierfrancesco Serpenti che eseguiranno brani di musica ebraica non solo sotto l’aspetto meramente ripropositivo di musiche tradizionali e strettamente legate alla tradizione, ma si giungerà nel campo improvvisativo e rielaborativo ottenendo così una miscellanea molto più viva e simile filologicamente alla tradizione orale che caratterizza tutte le musiche etniche- popolari del mondo. Il gruppo si avvale di strumenti acustici della tradizione dalla chitarra al violino, dall’ud (Liuto Arabo) al sassofono soprano, dalla darabuka ai cimbali.


“In questo giorno – che coincide con l’arrivo nel gennaio del ’45 delle truppe sovietiche nel campo di Auschwitz – dichiara Giulia Murolo – presidente dell’Associazione Artemia – si ricordano le vittime del nazismo, lo sterminio degli ebrei (“Shoah”) e, nello specifico italiano, le leggi razziali del 1938 e il dramma dei deportati nei lager, pertanto abbiamo pensato di organizzare la Giornata della Memoria con i giovani e per i giovani della nostra città. Li abbiamo coinvolti nelle letture, nelle testimonianze e nei racconti dai campi di concentramento per proporre loro un momento di conoscenza e riflessione su una storia che ci riguarda da molto vicino. “Le parole ritrovate”, nasce come progetto multidisciplinare di lettura e musica all’interno della rassegna Conversazioni dal Mare, infatti – alle scuole partecipanti – conclude il presidente di Artemia – sarà donata anche una dotazione di libri su tema.”
L’evento è gratuito e aperto al pubblico. Per info 349.52.83.664 – email: conversazionidalmare@gmail.com

IL VIOLINO DI AUSCHWITZ. APPUNTAMENTI RIVOLTA AI PIU’ PICCOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA, A CURA DELLA FONDAZIONE S.E.C.A. E LIBRERIA MIRANFU’

La storia è teatro di fatti meravigliosi quanto, in alcuni momenti, atroci e difficili da raccontare.
Ma le parole hanno in sé una intrinseca magia, quella di poter essere adattate ad un’utenza plurale, a grandi e bambini.
Così, anche gli orrori possono essere raccontati perché non si ripetano. È questo il motivo per cui, in occasione della Giornata della Memoria del prossimo 27 gennaio, la Fondazione S.E.C.A. e libreria Miranfù, col patrocinio morale della Comunità Ebraica e la collaborazione del Comune di Trani – Assessorato alla Cultura, racconteranno attraverso spettacoli teatrali, laboratori didattici, incontri con l’autore ed una mostra di illustrazioni, la storia della Shoah ai bambini.
Le attività, rivolte ai ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado, partiranno domattina, in una dieci giorni alla scoperta di personaggi e storie che tutt’oggi animano i cuori e vengono ricordati.

Oggi, martedì 16 e domani 17 gennaio dalle h 9,30 nel Polo Museale di Trani – Palazzo Lodispoto si parte con i laboratori didattici dal titolo “In volo con Chagall”, un omaggio all’artista russo di religione ebraicaper raccontare alle scolaresche la biografia di un grande nome della storia dell’arte e far riprodurre ai piccoli studenti una sua opera famosa.
La mattinata, a cura di Enzo Covelli ed Elisa Mantoni, illustratrice professionista, darà lo start ai molteplici appuntamenti in programma e si concluderà con la visita guidata per i piccoli nella Sinagoga Museo Sant’Anna.
Di seguito il programma degli appuntamenti successivi.
Da sabato 20.01.2018 a martedì 20.02.2018
Palazzo Lodispoto – Polo Museale di Trani.
– Apertura della mostra “Il violino della Shoah”

Lunedì 22.01.2018 – h. 9,30
Palazzo Lodispoto – Polo Museale di Trani (Riservato alle Scuole secondarie di primo grado):
– Visione del film L’isola in Via degli Uccelli (The Island on Bird Street) –
Regia: Soren Kragh-Jacobsen. Tratto dall’omonimo romanzo di Uri Orlev.

Martedì 23.01.2018 e Mercoledì 24.01.2018 – h. 9,30
Palazzo Lodispoto – Polo Museale di Trani (Riservato alle Scuole primarie – classi III/IV/V):
– “Senza nome” – Spettacolo teatrale a cura del Teatro dei Cipis;

Giovedì 25.01.2018 – h. 9,30
Sala “San Luigi”
(Riservato alle Scuole primarie – classi III/IV/V):
– “Il violino di Auschwitz” – Incontro con la scrittrice Anna Lavatelli. Presentazione – lettura di alcuni brani tratti dal libro con approfondimenti
storici ed etici sul tema della deportazione ebrea in Italia;

Giovedì 25.01.2018 – h. 18,00
Sala “San Luigi”
(Per tutta la famiglia – Età consigliata: dai 9 anni – Gratuito)
– “Il violino di Auschwitz” – Incontro con la scrittrice Anna Lavatelli.
Presentazione – lettura di alcuni brani tratti dal libro con approfondimenti
storici ed etici sul tema della deportazione ebrea in Italia.
A seguire: Rappresentazione teatrale “Il violino di Auschwitz” – liberamente tratto dall’omonimo libro a cura della sez. V B del II C.D. “Mons. Petronelli” di Trani.

Venerdì 26.01.2018 – h. 9,30
Palazzo Lodispoto – Polo Museale di Trani (Riservato alle scuole primarie – classi III/IV/V)
– “Il violino di Auschwitz” – Incontro con la scrittrice Anna Lavatelli.
Presentazione lettura di alcuni brani tratti dal libro con approfondimenti storici ed etici sul tema della deportazione ebrea in Italia.

Tutte le attività prevedono la visita guidata alla Sinagoga che ospita un’esposizione permanente dedicata alla storia della comunità ebraica di Trani.

Per info sui costi e per le prenotazioni:

Polo Museale di Trani: 0883.582470
segreteria@fondazioneseca.it
Libreria Miranfù: 0883.1955260 – Mob. Vincenzo Covelli 340 610 59 56

Anno nuovo Storie nuove. VII ed. rassegna di teatro bambini e famiglie organizzata da Arterie Teatro molfetta

Anno nuovo Storie nuove VII ed., la rassegna di teatro per bambini e famiglie organizzata da Arterie Teatro a Molfetta, con la direzione artistica di Alessandra Sciancalepore e il patrocinio del Comune di Molfetta, è iniziata!
Accogliere il pubblico con gioia e donare belle emozioni è sempre la priorità!


Da questo nasce una selezione di spettacoli che sappiano emozionare, coinvolgere e scaldare i cuori di grandi e piccini, fra cui “Vai Diritto” (7 gennaio), divertenti ed emozionanti Storie a pedali che ci parlano dei diritti dei bambini, “Alice in wonderland” (21 gennaio), rivisitazione entusiasmante del romanzo in versione bilingue italiano-inglese, “Cappuccetto rosso” (14 gennaio), un racconto senza tempo, “In viaggio” (21 gennaio), storia di due bambine in fuga dalla guerra, “Le favole de la Fontaine” (4 febbraio), in cui incontrare i meravigliosi personaggio fatati dei classici.
E come da tradizione, a termine di ogni spettacolo cartolina e matita saranno gli strumenti a disposizione di ogni spettatore per liberare le proprie emozioni e partecipare a “EMOZIONI A TRATTI.. libera espressione su carta”, il concorso che vedrà premiati, nella serata finale, tre bambini e tre adulti con la partecipazione ai workshop artistici di ARTERIE.LAB.
La domenica pomeriggio prenotate il posto a teatro per tutta la famiglia!
Gli spettacoli si terranno presso la Cittadella degli Artisti, in via Bisceglie, a Molfetta.
Info e posti disponibili al 3403868956 o presso il botteghino della Cittadella degli Artisti a Molfetta.

La Luna dietro gli ulivi Domenica, 14 gennaio musica e poesia di Puglia con Benedetta Lusito e Giuseppe Petrella per il quarto spettacolo de Il teatro con Gusto

Si terrà, domani domenica, 14 gennaio, alle ore 19 “La luna dietro gli ulivi” il quarto appuntamento della rassegna “La Domenica a Palato. Il teatro con Gusto.

Il nuovo format è stato pensato per la stagione invernale che vedrà protagonisti nella storica location di Palazzo De Luca a Molfetta, gli spettacoli teatrali interpretati dalla compagnia Il Carro dei Comici di Francesco Tammacco e l’esperienza in cucina dello staff di Roberto Maggialetti di Pàlato .
“LA LUNA DIETRO GLI ULIVI è un omaggio alla terra del Sud come genitrice di poesie, interpretato dalla voce di Benedetta Lusito, accompagnata da Giuseppe Petrella. Il progetto parte dall’idea che la Puglia insieme a tutte le regioni del Sud Italia abbiano in comune LA DEA POESIA.
Lo spettacolo attraverso la lirica, la musica e il canto, vuole raccontare il “Potente Sud” con il suo territorio e la sua bellezza attraverso storie di uomini e donne che hanno cantato alla luna, hanno suonato in mezzo agli ulivi, hanno recitato dinanzi al mare. Partendo dal cinquecento e attraversando secoli di storia, lo spettacolo è un viaggio nel tempo riproposto in modo originale e romantico, rivisitato con strumenti musicali antichi (tiorba-chitarra barocca-tamburi a cornice) .
Filo rosso della rassegna è naturalmente il vino unito alla tipicità pugliese, ma non solo, nei cinque appuntamenti in programma la rassegna propone un teatro diverso, in cui il pubblico interagisce con l’evento e lo vive in prima persona, tra musica, canti, dialoghi e brindisi, che ad ogni evento attori e musicisti mettono in atto. E’ un teatro in grado di recuperare il contatto con lo spettatore e di avvicinare a sé sia le generazioni più giovani, sia coloro che abitualmente non frequentano i teatri.
Per info e prenotazioni: Il Carro dei Comici e.mail: ilcarrodeicomicimolfetta@gmail.com – 349.2380823 – Palato e.mail: info@palato.eu – 328.6180827 – Corso Dante n.66.

Origami il nuovo progetto nipponico dello staff di Roberto Maggialetti

Molfetta ha il ristorante giapponese in centro. Si chiama Origami il nuovo progetto nipponico dello staff di Roberto Maggialetti. Origami sorge in pieno centro, con ingresso da via Amente 12 nella sede di Palato adattato in atmosfera orientale.

Il menù creativo realizzato con il miglior pesce soddisfa i palati più fini, i piatti sono preparati tutti al momento, l’estetica è assolutamente giapponese, con intagli e tagli precisi e armoniosi.

Origami propone una cucina fusion di qualità, adatta a tutti. Oltre ai classici uramaki, sushi e sashimi, si trovano anche piatti caldi, tartare di pesce fresco e dolci prelibati. Grande attenzione anche per vegetariani, vegani e celiaci. L’obiettivo di Origami è quello di arricchire il centro città di una nuova proposta ristorativa – dichiara Roberto Maggialetti – una sfida che lanciamo anche per soddisfare il flusso turistico che si sta affacciando a Molfetta. Origami arricchisce l’offerta di Palato con il ristorante italiano a cui è dedicato tutto il secondo piano del Palazzo a cui si affianca al terzo piano riservato all’organizzazione di eventi e manifestazioni, conclude Maggialetti.

Ampia la selezione di spumanti, vini e champagne; per accompagnare la cena o per l’aperitivo. Per info, prenotazioni 080.6452576 – via Amente 12 – Molfetta

Watch Dragon ball super