Archivi del mese: luglio 2018

luglio 2018

Poesia in Azione: “Quel che Resta del Bello”, tour di concerti sensoriali di Silvana Kuhtz


La poesia va compresa coi sensi. Quando ti tuffi in un lago l’elemento essenziale
non è nuotare fino alla riva, ma stare lì, godere della sensazione dell’acqua.
Non devi capire il lago in modo intellettuale.  È un’esperienza che va al di là del pensiero.
La poesia lenisce e incoraggia l’anima ad accettare il mistero. J.Keats

Ad occhi chiusi si può solo immaginare cosa accade attorno e ci si può lasciar trasportare al meglio dalle sensazioni. Suoni, profumi e parole si amplificano e scatenano emozioni. Ancora di più se le parole sono poetiche. È il cuore dei concerti sensoriali, lo spettacolo-esperimento di Silvana Kühtz, con le letture di Quel che Resta del Bello (edizioni Spagine Fondo Verri Lecce), libro di piccole prose, e accompagnata da musicisti d’eccezione.

Animata dalla convinzione che la poesia possa arrivare ovunque, Silvana Kühtz sfida l’idea che la poesia sia noiosa, relegata a piccoli salotti elitari, e porta i versi in contesti non convenzionali.

Primo appuntamento di questo mini tour estivo di spettacoli in musica e poesia, sarà il 2 agosto a Ruvo di Puglia, nell’ambito di Postkino, rassegna itinerante di cinema, in cui la poetessa Silvana Kuhtz sarà accompagnata alla chitarra da Andrea Bitonto. Appuntamento alle 19, a Torre Gigliano (zona rurale Gigliano).

Si continua sabato 4 agosto a Grumo Appula con il concerto sensoriale dal titolo “Quel che resta del bello – Un giardino da coltivare”, organizzato dal Presidio del libro di Grumo Appula in collaborazione con la proLoco (corso Garibaldi, spazio antistante Pro Loco di Grumo Appula, ore 21). Voce in parola, Silvana Kühtz, flauti Natalia Bonello, voce in canto Marianna Campanile.

Esce dai confini regionali e arriva in Toscana: il concerto sensoriale Quel che Resta del Bello, arriva a Siena il 9 agosto in occasione della Harvard Summer School. Qui Silvana Kühtz sarà accompagnata dal sax di Susanna Crociani (Sala S. Galgano, Santa Maria della Scala).

A Guardia Perticara (PZ) il 18 agosto Quel che resta del bello in occasione di un’invasione del piccolo centro da parte di artisti, lettori, poeti organizzata da Onyx Jazz Club di Matera per Gezziamoci festival.

Il concerto sensoriale è un format itinerante ideato da Silvana Kühtz e pensato per diffondere in maniera delicata e divertente la parola poetica e la magia che si cela dietro ogni verso letto a voce alta, dietro ogni pausa, dietro ogni nota in musica e per ritagliarsi uno spazio di autonomia del pensiero e dell’emozione. Accompagnata sempre dalla musica suonata dal vivo, la voce di Silvana Kühtz guida lo spettatore nel viaggio sensoriale: il pubblico, bendato si può lasciar andare alle sensazioni suscitate dalla lettura, aiutate dalla diffusione di profumi, aromi e sorprese sempre nuove.

 “I sensi sono riattivati e stimolati grazie alla forza della poesia, che torna a essere materia viva, calda, formidabile strumento per risvegliare parti di noi troppo spesso e da troppo tempo sopite”, spiega l’autrice dello spettacolo.

 I concerti sensoriali fanno parte di PoesiaInAzione, progetto che sostiene e pratica l’importanza di proporre la poesia letta a voce alta in contesti non tradizionali per sfidare la noia mortale cui spesso si pensa quando si dice poesia e mettere insieme elementi apparentemente lontani fra loro come letteratura, azione, improvvisazione e ispirazione. “Poesia In Azione è un’utopia: movimento nato per seminare la poesia ovunque, per far atterrare dappertutto le parole che infuocano gli animi. È un progetto culturale multidisciplinare per far scendere la parola poetica dalle austere stanze dell’accademia e farla atterrare là dove meno ce lo si aspetta”.

Silvana Kühtz, barese, dalla formazione scientifica e umanistica, laureata al Politecnico di Bari, con un dottorato britannico, formatasi in UK, Usa e Italia sui temi della comunicazione e della performance attoriale, ha un master in Comunicazione integrata, è docente all’Università della Basilicata, dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo (Matera), conduce seminari sui temi dell’ecologia e della creatività e laboratori di lettura espressiva. Ha vinto nel 2014 il premio salernitano Alfonso Gatto per la poesia, alla sua trentesima edizione, con la silloge inedita 30 giorni una Terra e una Casa, pubblicata poi dall’editore Campanotto di Udine. Finalista al premio InediTo, festival delle colline torinesi 2016 con una nuova silloge in cerca di editore, Viscera.

È convinta che la poesia sia per tutti.

I tamburellisti di Torrepaduli al Lido Paradiso di Castellaneta Marina

Domani, mercoledì 1^ agosto a Castellaneta Marina (Ta), si esibiranno i Tamburellisti di Torrepaduli, gruppo folkloristico, composto da Pierpaolo De Giorgi, in voce e alla chitarra, Donato Nuzzo al tamburello e alla fisarmonica, Salvatore Crudo al tamburello, Rocco Luca al tamburello, Gioele Nuzzo alle Percussioni, Valentina Cariulo al violino  e dalla ballerina Serena D’amato.

Fondato nel 1990 dallo studioso Pierpaolo De Giorgi e Amedeo De Rosa, insieme ad un nutrito drappello di giovani danzatori e percussionisti, il gruppo ha utilizzato da subito una serie di scoperte etnomusicologiche e ha contribuito, facendolo tuttora, alla rinascita della più antica forma di tarantella, la frenetica e armonica pizzica-pizzica, terapia musicale e coreutica del fenomeno dionisiaco del tarantismo. I Tamburellisti di Torrepaduli, scrivono nuove melodie e nuovi testi poetici, rielaborando o reinventando musiche, testi e danze in senso progressivo. Ma la tradizione, con i suoi materiali musicali, ritmici e coreutici, è l’elemento principale della loro attività. Nel 1991, hanno pubblicato l’album “Fantastica Pizzica”; nel 1996 l’album “Pizzica e trance” che propone per la prima volta brani in italiano, oltre che in grico e in dialetto; nel 2000 invece è uscito “Tamburellisti Pizzica e rinascita”, abbinato al noto quotidiano. A questa attività discografica il gruppo parallelamente è stato da sempre attivo con spettacoli dal vivo, dividendosi tra eventi in piazza, sagre ed esibizioni varie.

Al Lido Paradiso i Tamburellisti di Torrepaduli proporranno il loro spettacolo musicale nel quale la tradizione si fonde con la sperimentazione e la ricerca.

Lido Paradiso – Lungomare Eroi del mare – Castellaneta marina (Ta)

Infotel: 3917739436

Apertura: 21:30

Sanremo Giovani e Molfetta ai giovani

Così come Area Sanremo Tour punta ai giovani, anche la città di Molfetta punta ai giovani. In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura si svolgeranno a Molfetta le selezioni ufficiali per Area Sanremo giovani, che consentiranno di raggiungere l’ambito palcoscenico dell’Ariston per il prossimo Festival di Sanremo.

“Solo tre le date in Puglia per accedere alla successiva fase e siamo molto lieti – spiega l’Assessore Sara Allegretta – di accogliere nella nostra città, per la prima volta in assoluto, un evento così prestigioso. Offrire ai nostri giovani cantanti un palcoscenico ed una opportunità così importante, per mostrare il proprio talento artistico-vocale, non ha precedenti. Anche la Rai e Sanremo hanno compreso l’importanza di valorizzare la sezione dedicata ai giovani, come ricambio generazionale e di format. In tantissimi, già subito dopo la conferenza stampa di presentazione, si sono iscritti alla competizione direttamente sul sito www.areasanremotour.it”.

Superata questa fase, i giovani prescelti passeranno alla fase successiva e poi alla trasmissione che andrà in onda su Rai Uno dal 17 al 21 dicembre 2018, sotto la direzione artistica di Claudio Baglioni. Infatti, come hanno titolato numerosi quotidiani e telegiornali in questi giorni: “Il Festival di Sanremo 2019 cambia pelle”. La sessantanovesima edizione si contraddistinguerà per l’assenza della divisione tra le categorie Nuove Proposte e Big, dato che due cantanti esordienti, che usciranno da Sanremo Giovani 2018, accederanno di diritto al Festival cantando insieme a quelli che fino allo scorso anno avremmo definito “Campioni”. La decisione è stata presa dal direttore artistico Claudio Baglioni. Il nuovo contest, che andrà in onda su Rai Uno a dicembre 2018, vedrà 24 artisti “under 36” sfidarsi per conquistare la vittoria e aggiudicarsi i 2 posti disponibili per partecipare al Festival di Sanremo 2019.

“Abbiamo voluto offrire il palcoscenico dell’Anfiteatro di Ponente – prosegue l’Assessore – quale location ideale per questa occasione, che si inserisce nel cartellone Eventi Molfetta 2018, consentendo così gratuitamente a tutta la cittadinanza di poter assistere alle selezioni, auspicando di vedere qualcuno dei selezionati a Molfetta raggiungere il traguardo finale”.

“Napoli, Latin Jazz & Pop song” il 1^ agosto per la Fondazione Musicale Vincenzo Maria Valente

Il prossimo concerto estivo della Fondazione Valente è per l’1 agosto al lido Algamarina con il Maurizio di Fulvio trio & Alessia Martegiani vocalist con Napoli, Latin Jazz e Pop songs”.
Info biglietti: libreria Il Ghigno Molfetta, via Salepico n. 47, e Mini Bar Garden bistrot Molfetta, via Giovinazzo.

“Molfetta in Prosa”. Il 9 Agosto, Paolo Sassanelli con “La Leggenda Paganini”

Si terrà il 9 agosto (Anfiteatro di Ponente), il primo appuntamento di Molfetta in Prosa con Paolo Sassanelli e La Leggenda Paganini, nuova scommessa del  Carro dei Comici, con la compagnia di Francesco Tammacco.  

Lo spettacolo è in un tempo unico, per non interrompere mai la tensione dell’evento, e prevede l’esecuzione dei grandi capolavori del compositore genovese, i Capricci per violino solo, la Sonata Concertata per violino e chitarra, Ghiribizzi e le Variazioni sul Carnevale di Venezia per chitarra, il celebre Cantabile in Re maggiore, la prima Sonata per violino e chitarra dal “Centone” e il guizzo inconfondibile della “Campanella”, tratta dal terzo tempo del Concerto n. 2 per violino e orchestra.

Talentuoso, precoce, prodigioso, virtuoso, straordinario: per Paolo Sassanelli, Paganini è una vera e propria pop star. Ad accompagnare Paolo Sassanelli ci sarà Davide Alogna, al violino, e Giulio Tampalini alla chitarra.

“Molfetta in Prosa” rientra nel cartellone di Eventi Molfetta dell’assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Molfetta e vuole portare i grandi nomi del panorama teatrale nazionale in città.

Ingresso ore 20.45, Sipario ore 21.15, ticket posto unico 6 euro in prevendita al Teatro del Carro in via Giovene 23 e all’Ufficio Iat di Molfetta in Via Piazza 27/29

Per info e prenotazioni: 3397758173 – 3336259112.  

Email: ilcarrodeicomicimolfetta@gmail.com 

Chiara Civello in concerto a Monopoli

Dopo l’uscita dell’Ep “Cuore in tasca” e il tour europeo come special guest di Gilberto Gil, continua il tour estivo in Italia della sofisticata cantautrice CHIARA CIVELLO per presentare i brani del suo ultimo album “ECLIPSE” (distribuzione Sony Music Italy), in uscita internazionale a settembre. In Puglia l’artista si esibirà a Monopoli (Bari), sabato 4 agosto, presso la Masseria il Melograno (concerto in trio).

Queste le date del tour estivo di Chiara Civello in continuo aggiornamento:

Venerdì 3 agosto Castelbasso (TE), Castelbasso Festival (concerto in trio);

Sabato 4 agosto Monopoli (BA), Masseria il Melograno (concerto in trio);

Domenica 9 settembre Catania, Palazzo della Cultura, Cortile Platamone – Class club, Estate in Città (concerto in trio).

Per i concerti del 3 agosto a Castelbasso (TE), del 4 agosto a Monopoli (BA) e del 9 settembre a Catania, Chiara Civello salirà sul palco accompagnata da Seby Burgio (tastiere, pianoforte) e Federico Scettri (batteria, elettronica).

“Eclipse” contiene dodici brani, registrati tra Parigi, New York, Rio e Bari, che uniscono gli elementi fondanti della musica di Chiara alla produzione illuminata di Marc Collin (Nouvelle Vague), capace di trovare un perfetto equilibrio tra atmosfere classiche e sonorità moderne e di mischiare l’atmosfera del grande cinema italiano con quella da nouvelle vague francese. Un pop italiano elegante, con influenze brasiliane e alcune rivisitazioni di classici del cinema italiano con arrangiamenti elettronici.

Per la realizzazione di “Eclipse”, Chiara si è avvalsa della collaborazione di amici di grande talento, come Francesco Bianconi (Baustelle) e Kaballà, che hanno scritto con lei “New York City Boy”Cristina Donà, co-autrice della malinconica “To Be Wild”; al raffinato chansonnier milanese Diego Mancino è affidato il compito di raccontare “Come vanno le cose”, in apertura dell’album; il sorprendente talento dei giovani cantautori Dimartino e Diana Tejera è al servizio di “Cuore in tasca” e di “La giusta distanza”. Non mancano le atmosfere brasiliane, che affiorano qui e là in tutto l’album, ma sono due le canzoni che Chiara dedica al suo mondo musicale d’elezione: “Sambarilove”, un contagioso “sambalanço” scritto a quattro mani con Rubinho Jacobina (che duetta con Chiara), e “Um Dia”, firmata con l’eclettico chitarrista Brasiliano Pedro Sà.

Questa la tracklist dell’album: “Come vanno le cose”, “Eclisse twist”, “Cuore in tasca”, “Qualcuno come te”, “Sambarilove”, “Parole parole”, “Amore amore amore”, “La giusta distanza”, “Um dia”, “New York City Boy”, “To Be Wild”, “Quello che conta”.

 

Chiara Civello è stata notata da pubblico e critica grazie alla pubblicazione del suo primo disco “Last Quarter Moon” (2005), che l’ha resa la prima artista italiana nella storia ad incidere il suo album d’esordio per la prestigiosa etichetta Verve Records. L’album contiene la ballad “Trouble”, composta a quattro mani con il leggendario Burt Bacharach. Nel 2008 Chiara Civello parte per il Brasile dall’amico Daniel Jobim, viaggio che le consente di entrare in contatto con la cultura e la musica brasiliane e di conoscere grandi artisti del luogo con i quali inizia una fruttuosa collaborazione. “Problemas”, la versione portoghese del brano di Chiara “Problemi”,scritta insieme alla star del pop brasiliano Ana Carolina e Dudu Falcão (tratto dal disco “Al posto del mondo”), vince il Premio Multishow come migliore canzone del 2012 in Brasile. Nel 2012 Chiara partecipa al Festival di Sanremo nella sezione Big, con il brano “Al posto del mondo”. Nel 2014 esce il fortunato quinto album in studio, “Canzoni”, prodotto da Nicola Conte e con cui Chiara Civello si presenta per la prima volta nell’inedita veste di sola interprete e si avvale di ospiti straordinari come il monumentale Gilberto Gil, il poetico Chico Buarque, e la jazz star Esperanza Spalding. L’ultimo album “Eclipse” (distribuzione Sony Music Italy), prodotto da Marc Collin dei Nouvelle Vague, segna un passo avanti rispetto alle sonorità acustiche e live dei dischi precedenti. Batterie elettroniche, uccellini, basso synth, organi elettrici anni ‘70 e percussioni si amalgamano elegantemente su canzoni inedite con illustri collaboratori tra cui Francesco Bianconi, Cristina Donà, Dimartino e Diego Mancino e qualche chicca speciale in omaggio al cinema Italiano. Recentemente Chiara Civello ha accompagnato sul palco Gilberto Gil per l’intera tournée europea “Refavela 40” che celebrava l’album “Refavela”, uno dei progetto più belli e coinvolgenti di tutta la carriera del cantautore brasiliano a quarant’anni di distanza dalla sua pubblicazione.

“Ti Amo Mi Uccidi Tour”, Nina Zilli in concerto ad Andria (Castel del Monte)

Una cornice suggestiva, elegante e raffinata per un concerto versatile che sicuramente regalerà forti emozioni. La voce di Nina Zilli arriva ad Andria, ai piedi del Castel del Monte con il suo “Ti Amo Mi Uccidi Tour”.

 

L’artista torna così onstage, la sua dimensione più congeniale, dopo la tournée invernale e la partecipazione al 68° Festival di Sanremo con il brano “Senza Appartenere”.

L’11 agosto alle 21.30, accompagnata sul palco da Riccardo Gibertini “Jeeba” (tromba, trombone, dub, tastiere), Antonio Vezzano “Heggy” (chitarre), Nicola Roccamo “Nico” (batteria), Lucio Enrico Fasino (basso), Riccardo Di Paola (tastiere) ed Enzo Tribuzio “Dj Zak” (scretch, campioni), Nina Zilli ripercorrerà i suoi successi più amati fino ai brani del suo ultimo album “MoDERN ART”, come Mi hai fatto fare tardi che ha anticipato l’uscita del disco, il nuovo singolo in radio questi giorni 1xUnAttimo e Ti Amo Mi uccidi, canzone che dà il nome al nuovo tour.

Ti Amo Mi Uccidi Tour” è una produzione Massimo Levantini per Just Me Levarco; i biglietti della tournée sono disponibili nelle prevendite abituali, su www.vivaticket.it e presso la Tabaccheria del Corso in Corso Cavour ad Andria.

Per tutte le info: www.unoday.it

“MoDERN ART” è il quarto album di Nina Zilli, interprete, musicista, autrice, conduttrice televisiva e radiofonica, e forse ne mette a fuoco come non mai la versatilità e lo spessore da artista “completa” che in Italia sono appannaggio di pochi. Un lavoro fatto di tante forme e stili musicali che convivono felicemente e compongono insieme il profilo della loro interprete. Il disco, prodotto da Michele Canova e registrato tra Milano e la Giamaica, è stato ripubblicato in edizione speciale il 9 febbraio: “MoDERN ART (Sanremo edition)”, contiene il brano in gara al Festival e una versione unplugged di “1XUNaTTIMO”.

Info: 0883/591525

Agimus Festival – Karima a Mola di Bari martedì 31 luglio

Dopo l’omaggio pop a Burt Bacharach, Karima ha recentemente celebrato le grandi voci del jazz, da Ella Fitzgerald a Billie Holiday. D’altro canto il jazz è il primo amore della cantante italo-algerina, ospite d’eccezione con il progetto «Voices» dell’AgìmusFestival, martedì 31 luglio (ore 21), nel Chiostro di Santa Chiara, a Mola di Bari, appuntamento in collaborazione con Moncalieri Jazz Festival.

Anche se nel presente dell’artista non mancano esperienze molto diverse (non ultima il ruolo da protagonista nel musical «The Bodyguard»), Karima mantiene costantemente aperta la porta su quel mondo, che esplora con curiosità e passione. Insomma, la parentesi del talent «Amici», la celebre trasmissione che la vide protagonista nel 2006, sembra ormai appartenere a un lontanissimo passato. Senza dimenticare, però, che già allora si comprese quanto la sua presenza fosse molto diversa dal profilo degli altri concorrenti. Nome e parà algerini, livornese per nascita e temperamento, Karima venne osannata dalla critica, dalla quale ricevette l’ambito premio dei giornalisti.

Alla fine, ad «Amici» si classificò terza. E dopo un attento lavoro vocale, nel 2009 si presentò a Sanremo Giovani accompagnata sul palco da Burt Bacharach, uno dei massimi compositori americani cui si deve il successo di Dionne Warwick. Poi è arrivato il tributo discografico a Bacharach con «Close to You»: scelta decisamente controcorrente per un’artista uscita dalla scuola televisiva di Maria De Filippi. Quindi, l’attrazione per il jazz. E dopo l’avventura nel musical «The Bodyguard», ispirato al film cult del 1992 con Whitney Houston, prima musa dell’arista toscana, si sono aperte altre strade. Karima ha iniziato ad accostarsi  con grande rispetto agli standard jazz (e non solo) resi noti dalle grandi voci del passato, elaborandone una versione tutta sua, su misura per la sua splendida voce. E «Voices» adesso diventa anche l’occasione per celebrare un nuovo e felice incontro, quello con il pianista Fabio Giachino, già considerato uno dei talenti più interessanti del panorama nazionale. La ritmica della formazione che accompagna la popolare cantante è affidata al bassista Davide Liberti e al batterista Ruben Bellavia, che completano una band ideale per supportare la vivacità e la versatilità di Karima, in grado di muoversi con grande naturalezza dal jazz al soul e al gospel, in un concerto pieno di emozione e musica raffinata.

Info 368.568412 – 393.9935266

Biglietti:

Biglietti 20 euro  (posto unico numerato) www.bookingshow.it

Valerio Scanu in concerto a Putignano il 4 agosto 2018

Continua  il  Live tour 2018  di VALERIO SCANU partito lo scorso 13 maggio da Maratea (Pz). “Nel mio nuovo live ripercorro la mia breve ma intensa carriera – racconta il cantante sardo – dalla prima canzone cantata in pubblico a “Bravo bravissimo”, passando per  “Amici”, “Sanremo” e “Tale e quale showNon mancherà anche Capovolgo il mondo, il mio nuovo singolo uscito a fine giugno“. L’artista si esibirà in concerto il 4 agosto a Putignano,  in piazza Principe di Piemonte alle ore 22:00.
VALERIO, sul palco,  sarà accompagnato da Fabio Greco alle chitarre, Francesco Luzzio al basso, Gianluca Massetti alle tastiere, Moreno Maugliani alla batteria, Irene Calvia e Bruno Corazza ai cori.
A Marzo 2018, il giovane cantautore ha pubblicato la sua seconda autobiografia “GIURO DI DIRE LA VERITA’ – Dalla A alla Zia Mary”.  E’ un nuovo Valerio Scanu quello che ritroviamo nelle pagine di questo libro: più maturo e consapevole, che si dona senza remore agli occhi di un pubblico che spesso fatica a decifrarlo. Diretto, immediato e senza filtri, Valerio si racconta, tra pubblico e privato, scava nei suoi affetti più intimi, confessa aneddoti curiosi, passa in rassegna le diverse esperienze vissute nel corso della sua carriera, senza trascurare le delusioni. “Giuro di dire la verità” è una confessione in piena regola, divisa in ventisei voci, che non lascia spazio a ipotesi e dubbi. A incorniciarne il diorama letterario, una serie di istantanee catturate dall’obiettivo fedele di Fabrizio Cestari. Tra una tappa e l’altra del tour estivo, Valerio sta lavorando  al nuovo album di inediti, un progetto internazionale che verrà pubblicato entro fine anno. E come è già noto il maestro Vessicchio ne sta curando la linea artistica insieme al nuovo produttore Enrico Palmosi.
…e il tour continua.

Tutti gli aggiornamenti su valerioscanuofficial.com

Valerio Scanu nato il 10 aprile 1990 nell’isola di La Maddalena, ha coltivato sin da piccolissimo il sogno di essere un cantante, e la partecipazione ad Amici di Maria De Filippi l’ha fatto conoscere al grande pubblico. Nel 2010 ha vinto il Festival di Sanremo con “Per tutte le volte che..”; nel 2011 lascia la Emi ed apre la sua etichetta indipendente, la NatyLoveYou. Nel 2016 ritorna al Festival della canzone italiana con il brano “Finalmente Piove” scritto per lui da Fabrizio Moro. Il suo talento va oltre la musica: vera e propria star a tutto campo, negli ultimi anni, con il suo eclettismo e la sua spontaneità, ha conquistato il pubblico vastissimo di trasmissioni televisive come “Tale e Quale Show”, “L’isola dei famosi”, “Ballando con le stelle” e “Kudos – tutto passa dal web”.

BEAT ONTO JAZZ FESTIVAL 2018 – XVIII EDIZIONE

Diciottesima edizione per il Beat Onto Jazz Festival, appuntamento sempre più atteso dai jazzofili italiani e non. Il festival, sempre con la direzione artistica di Emanuele Dimundo, come da manuale si terrà dall’1 al 4 agosto a Bitonto in piazza Cattedrale, con la consueta formula del doppio set (inizio concerti ore 21).

Anche per questa edizione l’associazione InJazz è riuscita a mantenere l’assoluta gratuita per tutti gli eventi. Otto concerti sotto il tema “Le vie del jazz”, che mirano a declinare l’ampio vocabolario dell’idioma jazzistico. Dal jazz-blues capoverdiano di Carmen Souza al modern mainstream di Daniela Spalletta con gli Urban Fabula e quello di matrice europea del sassofonista inglese Stan Sulzmann, alle inflessioni cubane di Pedrito Martinez e le canzoni d’autore rivisitate dal quartetto italo-francese di Zeppetella-Laurent-Bex-Ariano, fino alla fusione tra jazz e teatro, che fu patrimonio di Duke Ellington, con Such Sweet Thunder dell’orchestra del conservatorio Piccinni di Bari in collaborazione con VoxMedia e alla fusion dei leggendari Yellowjackets.

IL PROGRAMMA

1 AGOSTO
I set ore 21
D/Birth – DANIELA SPALLETTA feat. Urban Fabula – Daniela Spalletta (voce) – Seby Burgio (pianoforte) – Alberto Fidone (contrabbasso) – Peppe Tringali (batteria)
II set ore 22
CARMEN SOUZA TRIO “Creology” – Carmen Souza (voce, pianoforte, chitarra) – Theo Pascal (contrabbasso, basso) e Elia Kacomanolis (batteria, percussioni)

2 AGOSTO
I set ore 21
CHANSONS! ZEPPETELLA – LAURENT – BEX – ARIANO – Fabio Zeppetella (chitarra) – Gerladine Laurent (sassofoni) – Emmanuel Bex (organo e voce) – Amedeo Ariano (batteria)
II set ore 22
PEDRITO MARTINEZ Group – Pedrito Martinez (voce solista e percussioni) – Jhair Sala (percussioni e voce) – Sebastian Natal (basso e voce) – Jassac Delgado Jr. (tastiere e voce)

3 AGOSTO
I set ore 21
FRATELLO JOSEPH “FAMILY AFFAIR – Giuseppe Bassi (contrabbasso) – Roberto Ottaviano (sassofoni) – Yu Ying Hsu (pianoforte) – Tina Raymond (batteria)
II set ore 22
”Il Duca e il Bardo”: ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO Niccolò Piccinni di Bari in collaborazione con gli attori di VOXMEDIA – Vito Andrea Morra (direzione d’orchestra) – Ciccio Gaudimundo (testi e regia) – Recitazione: Alessio Sicolo; Stafania Rutigliano; Francesco Ricci e Domenico Schiraldi.

4 AGOSTO
I set ore 21
STAN SULZMANN ITALIAN QUARTET – Stan Sulzmann (sassofoni) – Massimo Colombo (pianoforte) – Maurizio Quintavalle (contrabbasso) – Enzo Zirilli (batteria)
II set ore 22
YELLOWJACKETS – Russell Ferrante (pianoforte) – Bob Mintzer (sassofoni) – Dane Anderson (basso) – Wil Kennedy (batteria)

Organizzazione: associazione InJazz
Direzione artistica: Emanuele Dimundo
Tutti i concerti saranno introdotti da Alceste Ayroldi, saggista, docente e critico musicale (Musica Jazz, editor manager Jazzitalia, editor Musica Jazz web).
Tutti gli eventi sono gratuiti.

Il Beat Onto Jazz Festival è in diretta streaming su www.radio00.it

Watch Dragon ball super