Archivi del mese: novembre 2018

novembre 2018

L’Esercito alla conferenza: “Emozioni per educare… Educare alle emozioni”. Il Generale Giorgio Rainò per la prima volta nel Salento

“Donne e guerra. Il contributo delle donne nella Grande Guerra”. Questo il tema dell’intervento che il Comando Militare Esercito “Puglia” ha sviluppato durante la conferenza dal tema “Emozioni per educare… Educare alle emozioni”, promossa dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, ambito Territoriale di Lecce.

Durante l’intervento sono stati evidenziati i forti cambiamenti che caratterizzarono quel periodo e in particolare il ruolo delle donne, che a causa della mancanza di manodopera, dovuta alla presenza di oltre sei milioni di uomini al fronte, furono chiamate a svolgere numerose attività che fino al quel momento erano totale prerogativa degli uomini. Oltre al lavoro le donne, ha spiegato il Magg. Mauro Lastella, si impegnarono in attività di beneficenza e assistenza ai soldati, in organizzazioni volontarie di soccorso e nella cura di feriti e ammalati. È stato evidenziato inoltre come l’Esercito abbia dedicato apposita letteratura alla figura della donna nel conflitto – a conferma di ciò gli ampi spazi dedicati nei calendari di Forza Armata dal 2015 al 2018 aventi come tema conduttore la Grande Guerra.

Numerosissime le Autorità intervenute alla conferenza, tra le quali il Vice Prefetto di Lecce, Paola Mauro, il Presidente della Provincia, Stefano Minerva, il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, l’Assessore alla Formazione del Comune di Lecce, Sebastiano Leo, l’Avvocato di Stato Grazia Matteo, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Anna Camilleri, oltre al dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce, Vincenzo Melilli dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce e organizzatore dell’evento.

Il Generale Rainò, per la prima volta nel Salento in veste di Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, ringraziando il dott. Melilli per aver voluto la presenza dell’Esercito in questo importante convegno, ha espresso viva soddisfazione per la sinergia instaurata tra le istituzioni, e in particolare con quella scolastica e per il proficuo apporto che tale collaborazione dà alla formazione dei giovani.

L’evento si è svolto presso l’Istituto Tecnico Economico Olivetti di Lecce ed è stato presentato dalla dirigente dell’ istituto professoressa Patrizia Colella.

“Moro Vive”, appuntamento al Liceo Classico “L. da Vinci” di Molfetta

È passata tutta la storia dell’Italia repubblicana nella Biblioteca del Liceo Classico durante le tre ore di incontro con l’.on. Gero Grassi per il progetto “Moro vive”, volto a far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo, che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. La fine del fascismo, la Costituente, il secondo dopoguerra, l’Italia, e la Puglia, povera ed analfabeta, in cui Moro, Ministro della Pubblica istruzione, è l’ispiratore della trasmissione “Non è mai troppo tardi” e della riforma che rende la scuola media obbligatoria. Il piano “Solo” e la P2, che è tornata tantissime volte nel discorso dell’on. Grassi, la democrazia limitata uscita dalla guerra e dagli accordi di Yalta, quegli accordi che avrebbero dovuto essere cambiati per far diventare il paese veramente autonomo e per avviare un processo di ammodernamento. E, ovviamente, il rapimento, i depistaggi, le false verità propinate agli italiani, le BR, ma anche il KGB, la Cia, il Sismi, la mafia, le Renault in cui il corpo dolente di Moro viene ritrovato, l’autopsia. Su tutto, in queste tre ore in cui le alunne e gli alunni delle terze del Liceo Classico hanno prestato massima attenzione, è passata l’Italia che avrebbe potuto essere se il progetto politico di Aldo Moro fosse andato in porto, un’Italia diversa e migliore.
Il progetto “Moro vive” è un’iniziativa del Consiglio Regionale pugliese. L’on. Grassi ha distribuito agli alunni una brochure sulla figura del politico pugliese e lasciato in dotazione alla scuola alcune copie del suo libro “Aldo Moro: La verità negata”, dando indicazione che tutto il materiale cui ha fatto cenno nell’incontro è rintracciabile sul sito www.gerograssi.it.

L’orchestra Vincenzo Maria Valente è una realtà

Molfetta, al pari delle grandi capitali musicali, oggi ha un gruppo di solisti riuniti sotto il nome “Orchestra Vincenzo Maria Valente”, che è stata inaugurata lunedì 26 novembre scorso, nella basilica Madonna dei Martiri di Molfetta, riscuotendo un successo che non è troppo definire strepitoso.

Francesco Manara al Violino è stato l’ospite d’onore. Violinista raffinato, dal curriculum stellare (basti ricordare che è stato scelto da Riccardo Muti per ricoprire il ruolo di primo violino della migliore orchestra d’Opera del mondo, la Scala di Milano), Manara ha entusiasmato il pubblico col virtuosismo, la cantabilità e il suono del suo prezioso violino Amati del 17 ° secolo.

Il brano di apertura è stato il 5 ° Concerto Brandeburghese di Bach eseguito con eleganza e ricercata aderenza alla pagina musicale dal noto flautista romano Giulio Francesconi, che ha intrecciato un perfetto dialogo musicale con il violino concertante di Manara. Un’esecuzione di rara poesia, assai apprezzata dal numerosissimo pubblico che gremiva la Basilica.
Nella celebre e virtuosissima cadenza clavicembalistica del primo movimento, è spiccato Michele Visaggi, talento nostrano di notevole spessore, attualmente docente al conservatorio di Milano.

A supporto e corona dei tre solisti, il gruppo orchestrale, composto da giovani eccellenze (Rocco Mucciarione, Dario Palmisano, Cecilia Zonno, Miriam Campobasso, Leonardo Zonno, Antonio Locurto) affiancate ad artisti e docenti, vanto della nostra terra: il Quartetto d’archi Carabellese, Pasquale Lepore alla viola e Giovanni Rinaldi al contrabbasso.

Per la seconda parte del concerto l’organico di archi, clavicembalo e violino solista, ha dato vita ad una memorabile esecuzione delle Stagioni di Vivaldi, in cui ogni nuance dello splendido strumento di Manara ha emozionato il pubblico di addetti ai lavori e non. Dolcezza e cantabilità, virtuosismi improvvisi ed esplosivi, come fuochi d’artificio, si sono incastonati in un ensemble sicuro, ineccepibile e completamente integrato nelle intenzioni del solista. Spettacolo.

Il Villaggio di Babbo Natale a Gravina di Puglia

”Il Centro Visite Bosco Difesa Grande, di Gravina in Puglia,  in collaborazione con Teatroppiù è lieto di presentare “Il villaggio di Babbo Natale”, un appuntamento imperdibile con la memoria, il gioco e il ricordo di Babbo Natale e gli altri personaggi della fiaba “Che fine ha fatto Babbo Natale?”. Un luogo magico dove poter incontrare Babbo Natale e giocare con la fantasia. I bambini potranno conoscerlo di persona per esprimere tutti i propri desideri e scoprire un mondo magico ed incantato attraverso i racconti su Santa Claus. 

(Durante il periodo natalizio saranno proposti diversi eventi, tra cui la tombolata di beneficenza del 30 Dicembre)

Un luogo magico tutto da scoprire!

______________________________________________________
Giorni e orari di apertura per il pubblico:
2-8-9-15-16-22-23-25-26-29-30 dicembre
5-6 gennaio
dalle ore 11.00 alle ore 18.00

Costo d’ingresso:
5€ (i bambini al di sotto dei 3 anni entrano gratis)

Programma della giornata:
Dalle 11 alle 13 -> Animazione e spettacolo con il burattinaio di Babbo Natale
Dalle 13 alle 15 -> break presso il punto ristoro
Dalle 15 alle 17 -> Percorso di giochi  e spettacolo teatrale “Che fine ha fatto Babbo Natale?” con la Compagnia teatrale Teatroppiù
Dalle 17 -> Babbo Natale incontrerà i bambini nella sua Casetta e potrai anche fare una foto-ricordo con lui!!!

Aperti a pranzo con menù fisso e snack
Costo menù: 15€ (primo, secondo e contorno)

(Si organizzano anche feste di compleanno o altre ricorrenze con consegna dei regali da parte di Babbo Natale)

______________________________________________________
Giorni e orari di apertura per le scuole:

dal 3 al 21 dicembre
(SOLO GIORNI FERIALI)
dalle ore 10.00 alle 18.00

Costo d’ingresso per le scuole:8€

Momenti della giornata:
– Accoglienza da parte dei personaggi del villaggio
– Percorso itinerante all’interno del giardino botanico
– Laboratori didattici con realizzazione di lavoretti da portare a casa
– Gran spettacolo finale “Che fine ha fatto Babbo Natale?”
– Saluti di Babbo Natale e consegna della pergamena di partecipazione

______________________________________________________

Per info e contatti:
centrovisitegravina@gmail.com
Salvatore: 3929100457
Stefania: 3313148755
Silvium Viaggi: 0803267575

 

Link dell’evento:

https://www.facebook.com/events/2078237092506654/

 

Natale a Bari: Verdi e De Nittis al Petruzzelli

Opera più arte figurativa nell’inedita proposta del teatro Petruzzelli di Bari in occasione della messa in scena della Traviata a cavallo del prossimo Natale.

L’arte pugliese di fama mondiale accanto alla grande musica di Giuseppe Verdi. In occasione del nuovo allestimento della Traviata firmato Petruzzelli, che andrà in scena per 10 repliche tra il 19 e il 30 dicembre prossimi, il foyer del Politeama barese ospiterà tre dipinti del pittore barlettano Giuseppe De Nittis. L’iniziativa è stata presentata nel teatro dai sindaci di Bari e Barletta insieme al sovrintendente Biscardi e al regista Hugo De Ana.

Concerto “History of Duke Ellington” con la Jazz Studio Orchestra

Dopo il grande successo del concerto d’apertura, la stagione della Jazz Studio Orchestra prosegue con un evento interamente dedicato al grande compositore e pianista Duke Ellington. Giovedì 6 dicembre, la big band diretta dal maestro Paolo Lepore si esibirà al ritmo del Jazz facendosi trasportare dalle giovani voci diValentina PintoStefania Dipierro e Gaia Gentile, in un nuovo travolgente concerto.

L’evento si terrà alle ore 21 presso il Teatro AncheCinema. Il costo del biglietto è di 15 euro (ridotto 10). Biglietti disponibili su VivaTicket e presso i boxoffice.

Per info: Bari Box Office Feltrinelli 080/5240464

AncheCinema 3282549669

Clicca qui per l’evento Facebook.

“Incontri Giuridici”, secondo appuntamento promosso dalla Fondazione Tatarella

Secondo appuntamento con “Incontri Giuridici”, nuovo ed importante filone della Fondazione Tatarella, in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Bari e l’Università degli Studi di Bari.

L’evento è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Bari con il riconoscimento di 3 crediti formativi ordinari. sarà introdotto da Giuseppe Tatarella (Avvocato del Foro di Bari, Fondazione Tatarella) e Giovanni Stefanì (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari.
“Sicurezza? Politica e Avvocatura a confronto” è il tema che sarà trattato venerdì 30 novembre alle ore 18.00 sempre presso i locali della Biblioteca della Fondazione.
Tra i relatori l’on. Francesco Sisto (Avvocato del Foro di Bari, Componente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati) che interverrà sul tema “Aspetti positivi e criticità del decreto sicurezza”, Giuseppe Massari (Avvocata del Foro di Bari, Componente del Comitato dei garanti di Avvocati Ora) che parlerà di “Reato di blocco stradale e occupazione di edifici”, Davide Belluccio (Avvocato del Foro di Bari, Componente del Direttivo nazionale di ASGI)“Il diritto dell’immigrazione dopo il decreto sicurezza). A seguire gli interventi di Vera Valente, (Avvocata del Foro di Bari, dottore di ricerca di Istituzioni e politiche comparate) sul tema “Misure di prevenzione e antiterrorismo ( a margine di taluni provvedimenti del Tribunale di Bari)” e Sergio Ruggiero (Avvocato del Foro di Bari, Consigliere della Camera penale di Bari) “Vendita a privati dei beni confiscati alla mafia”
L’incontro sarà moderato da Vincenzo Scanatico (Avvocato del Foro di Bari, Dottorando di ricerca in Teoria generale del processo presso la Lum Jean Monnet e Responsabile delle Iniziative Giuridiche della Fondazione Tatarella).

Irene Grandi in esclusiva regionale al teatro Orfeo di Taranto

Irene Grandi arriva a Taranto, in esclusiva regionale, martedì 4 dicembre. E al Teatro Orfeo (ore 21), per gli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», presenta il visual concert «Lungoviaggio», nel quale, con la complicità del duo Pastis, i fratelli Marco e Saverio Lanza (rispettivamente fotografo e musicista), intreccia canzoni a immagini di Vasco Rossi, dell’astronauta Samantha Cristoforetti e di altri ospiti speciali tra quelli che hanno collaborato al progetto discografico, un visual album introspettivo e dalla forte spiritualità, attraversato da lunghi momenti di riflessione.

La prevendita dei biglietti è attiva su www.liveticket.it: 28 euro (platea e prima galleria), 23 euro (seconda galleria), 18 euro (terza galleria). Info e prevendite Amici della Musica “Arcangelo Speranza”, via Toscana n. 22/a, tel. 099.7303972 www.amicidellamusicataranto.it , Box-Office di via Nitti n. 106/a – tel. 099.4540763, Basile Strumenti Musicali – via Matteotti n. 14 – tel. 099.4526853.

La 75ª Stagione Concertistica, organizzata sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali- Dipartimento dello Spettacolo dal vivo, si avvale dei contributi della Regione Puglia e del Comune di Taranto insieme al patrocinio della Provincia.

“E…di lui nessuna traccia”. Il 15 dicembre l’appuntamento delle Baby letture nel centro storico di Molfetta

Si terrà sabato 15 dicembre alle ore 18.30 in via Trescine 14 a Molfetta (nella sede di Menorquinas – centro storico) il nuovo appuntamento dedicato alle baby letture. L’appuntamento organizzato dall’associazione culturale Artemia in collaborazione con la casa editrice Secop e Menorquinas vedrà l’autrice Raffaella Leone coinvolgere grandi e piccini in un racconto di un personaggio famoso.

E di lui nessuna traccia” è il nuovo incontro gratuito all’interno del progetto LibriSospesi realizzato già a luglio 2018  ed è destinato a bambini dai 12 mesi ai 6 anni. Per le mamme e i baby lettori partecipanti una dolce sorpresa finale.

 

Per informazioni e adesioni : info@menorquinasandco.itassociazioneartemia@gmail.com –  tel. 349.5283664

 

“La principessa scalza” al Regina Pacis. Spettacolo gratuito finanziato dall’ambito territoriale Molfetta-Giovinazzo

Venerdì 30 novembre, alle 20.30, all’Auditorium Regina Pacis, va in scena il monologo “La Principessa scalza” con Daniela Baldassarra (ingresso gratuito).

 

L’iniziativa è organizzata dal Centro antiviolenza RiscoprirSi di Andria, nell’ambito delle attività del programma antiviolenza George Send, finanziato dalla Regione Puglia e dall’Ambito territoriale di Molfetta-Giovinazzo, in occasione delle iniziative organizzate in coincidenza con l’eliminazione della violenza contro le donne.

 

Il monologo racconta, prevalentemente in chiave ironica, la ricerca di una donna vittima di violenza di una via d’uscita. Una fuga verso un altro mondo, una sorta di realtà parallela.

Watch Dragon ball super