Archivi del mese: agosto 2019

agosto 2019

Sapori in terrazza chiude alla grande con “I tesori di Puglia“

Mercoledì 4 settembre alle ore 20,30 si chiuderà a Trani il ciclo di appuntamenti della rassegna enogastronomica organizzata da Francesca de Leonardis presso “II vecchio e il mare”.

L’ultima serata di questa iniziativa, che ha sin qui conosciuto un crescente successo di pubblico, chiuderà in bellezza la rassegna presentando “I Tesori di Puglia“, gioielli che, in un ideale percorso fatto di luoghi e di idee, vedranno i vini delle rinomate Cantine di San Marzano di San Marzano di san Giuseppe ( TA ) accompagnare alcuni dei più prelibati sapori di Puglia.

Sulla terrazza de Il Vecchio e il mare, gli ospiti verranno coinvolti in un quadrilatero fatto di altrettanti angoli di profumi e sapori, iniziando dal Casaro che sotto gli occhi dei presenti preparerà ed offrirà la burrata di Andria e le mozzarelle.

Ci sarà poi l’angolo dei maestri dei formaggi, i Fratelli Dicecca dell’omonimo caseificio di Altamura. Vito Dicecca, in particolare, con dovizia di particolari spiegherà e farà degustare dapprima il tomino di capra con erbe spontanee del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, indi la scamorza di pecora Altamurana ed, infine, offrirà una specialità casearia a sorpresa.

L’angolo del Pescatore, curato dallo chef Nino Ditrento, presenterà dei piatti a base di prodotti di mare, comprendenti cozze gratinate, filetti di triglia alla mediterranea, pettole fritte di baccalà, sformatino di patate, riso e cozze nonché un primo a base di caserecce con scorfano, timo e pomodorino infornato preparate live nel padellone. A seguire, sarà servita una frittura di mare mista.

A tante bontà saranno abbinati i vini delle Cantine di San Marzano, storica e prestigiosa azienda della provincia di Taranto, che dal 1962 produce alcune delle bottiglie più conosciute ed apprezzate di Puglia e che oggi conta ben 1200 viticoltori associati con 1500 ettari di vigneto coltivati.

I vini in degustazione saranno: Liboll, spumante extra dry 80% Chardonnay, 10% Bombino bianco e 10 % Minutolo; Tramari, rosato a base di Primitivo Salento IGP; Edda, Bianco Salento IGP a base di Chardonnay e vitigni autoctoni a bacca bianca; Sessantanni, Primitivo di Manduria DOC, autentico fiore all’occhiello delle Cantine.

Per l’importante avvenimento sarà presente Maria Cavallo, responsabile Marketing delle Cantine, accompagnata da Deborah Desimini, Brand Ambassador dell’azienda.

Sapori in Terrazza chiude così i suoi battenti per l’Estate 2019, all’insegna di una serie di eleganti e piacevoli appuntamenti di sempre maggior successo, sempre attenti a fornire ai propri ospiti non solo un momento ludico ma anche una attenta e selettiva informazione sui migliori prodotti della nostra Puglia.

Tutti pazzi per Neri Marcorè al “Gargano Media Festival”. Il 5 settembre a Peschici

Il poliedrico Neri Marcorè sarà protagonista della seconda serata del “Gargano Media Festival, l’evento realizzato da Comune di Vico del Gargano-Assessorato alla Promozione del Territorio, Comune di Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano.

L’appuntamento con il volto noto del piccolo e grande schermo – che sarà intervistato dal giornalista Sky Stefano Meloccaro – è fissato alle ore 20.30 di giovedì 5 settembre in Piazza Pertini a Peschici.

Una carriera, quella di Neri Marcorè, che permetterà di esplorare a tutto tondo il mondo della comunicazione e dei nuovi media, argomenti al centro del “Gargano Media Festival”.

Sin da bambino, infatti, Neri si dilettava nell’imitare personaggi famosi, uno tra tutti Ornella Vanoni.

Dopo la laurea ha iniziato a dedicarsi al doppiaggio e nel 1993 ha debuttato a teatro con lo spettacolo di Carlo Goldoni “La finta ammalata in musica”, a cui ha fatto seguito la commedia musicale “Belushi, sesso, droga and rock’n’roll”. Poi è arrivato sul grande schermo con “Ladri di cinema” diretto da Pietro Natoli.

La prima apparizione televisiva ha visto Marcorè al fianco di Corrado nell’edizione 1998 de “La Corrida”. Sono seguiti poi “Stasera mi butto” e “Ricomincio da due”. La sua carriera televisiva è decollata grazie all’incontro con Serena Dandini, con la quale ha collaborato a diverse trasmissioni come il “Pippo Kennedy Show”, “L’Ottavo Nano” e “Parla con me”, in cui imitava diversi personaggi del mondo politico e dello spettacolo.

Dal 2002 al 2003 ha lavorato con la Gialappa’s band nella trasmissione “Mai dire Domenica”.

Insieme al professore Piero Dorfles ha condotto “Per un pugno di libri”, ed è stato al timone del programma fino al 2011.

L’attività artistica di Neri Marcorè si è ramificata al punto da comprendere teatro, televisione e cinema. Nel 2008 ha debuttato all’Ambra Jovinelli di Roma con lo spettacolo “Un certo signor G”, imperniato sull’opera musicale di Giorgio Gaber; contemporaneamente ha girato alcune fiction di successo, tra cui “Papa Luciani”. Ha ottenuto la nomination ai David di Donatello e vinto un Nastro d’Argento come miglior protagonista per il film “Il cuore altrove” di Pupi Avati, che lo ha diretto anche ne “La seconda notte di nozze” e “Gli amici del bar Margherita”.

Marcorè ha mantenuto il legame con la sua città natale occupandosi della direzione artistica del teatro di Porto Sant’Elpidio. Ha fatto parte del cast delle due fortunate serie tv “Tutti pazzi per amore”.

Ha recitato in “Mi rifaccio vivo” di Sergio Rubini, “Smetto quando voglio” e “Smetto quando voglio – Ad honorem” di Sydney Sibilia, “Sei mai stata sulla Luna?” di Paolo Genovese, “Latin lover” di Cristina Comencini.

Il “Gargano Media Festival” proseguirà il 6 settembre a San Menaio con  Gianfranco Vissani, il 7 e l’8 a Vico del Gargano con Arrigo Sacchi e Walter Veltroni.

http://www.garganomediafestival.it/

FB + IN @garganomediafestival

#GarganoMediaFestival

Puglia, castelli e nobili conquistano Venezia

La regione sarà la protagonista di questa edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

La Puglia è considerata la regione più cinematografica d’Italia e a lei è dedicato uno degli eventi più prestigiosi di tutta la rassegna che si terrà la sera del 31 agosto nella suggestiva cornice di Palazzo Cavanis e della Terrazza dei Nobili entrambi in Fondamenta Zattere Gesuati affacciati sul canale della Giudecca.

Il tutto organizzato e promosso da Assocastelli in collaborazione con Assessorato Cultura e Turismo della Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission per celebrare l’ingresso delle dimore storiche pugliesi nel grande cinema.

L’occasione è quella di dare l’avvio all’iniziativa “Il Film più Bello: la Puglia” già presentata nelle scorse settimane a Bari e a Lecce.

Si tratta della prima selezione delle 25 più belle dimore d’epoca e storiche della Puglia disponibili come location e set per le produzioni cinematografiche e televisive.

Si inizia alle 18,30 nella cornice del palazzo che fu dei conti Cavanis con la visita privata alla mostra dedicata all’artista Pino Pascali organizzata dalla Fondazione Pino Pascali di Polignano Mare.

Ospiti d’onore il produttore Gian Gabriele “Giangi” Foschini, patron della Gika Productions, che verrà premiato con il riconoscimento “Cinema e Patrimonio” nella veste di produttore del film Stai Sereno – Stay Calm, girato in Puglia, che vede impegnato alla regia Davide Dapporto rispettivamente figlio e nipote degli attori Massimo e Carlo Dapporto) e presente nel cast anche la star hollywoodiana Billy Zane (attore reso celebre per i suoi ruoli in pellicole come Ore 10 Calma Piatta e Titanic) e gli attori Samantha CapitoniFrancesco Meoni Corrado Fortuna.

Nella produzione è impegnato anche Guido De Angelis che in passato realizzò la serie cult Elisa di Rivaombrosa.

Altri ospiti d’onore Nancy Dell’Olio considerata la più prestigiosa ambasciatrice della Puglia nel mondo e Gianluca Mech, patron dell’omonimo gruppo vicentino leader nell’alimentazione del benessere.

Proprio lui diventerà il quinto ambasciatore del patrimonio architettonico storico d’Italia, il riconoscimento nazionale più importante, insieme a Tommaso Dragotto presidente di Sicily By Car, Luca Iannarone amministratore delegato di Interflora, il cardinale Gianfranco Ravasi presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura e sir Benjamin Slade rappresentante di Assocastelli nel Regno Unito.

Il tutto con la presenza di alcune tra le più affascinanti “castellane” di Puglia:Lucia CariatiFabrizia Dentice di Frasso (con il marito il principe Giuliano Dentice di Frasso), Annarita Ingrosso Susanna Mariani Sangiovanni accompagnata dalla figlia Allegra Sangiovanni.

Presente anche il vertice del Turismo della Regione Puglia con a capo l’attivissima assessoreLoredana Caponee il direttore del dipartimento cultura e turismo Aldo Patruno.

E poi la Fondazione Apulia Film Commission, considerata la più attiva a livello nazionale, con il presidente Simonetta Dellomonaco e il direttore Antonio Parente con Cristina Piscitelli Rocco Colangelo.

E infine Assocastelli, promotore principale dell’iniziativa, con il suo presidente barone Ivan Drogo Inglese affiancato dal console per la Puglia Cristina Caiuloe dal neo designato console per il Veneto Alberto Rui, con loro anche la contessa Carolina Reviglio della Veneria, gli architetti Rodolfo Bigolin Rochi Luigi Venezia Giorgio Girelli proprietario dell’azienda veneziana che realizza i più accurati interventi con l’utilizzo del legno.

Drogo Inglese è riuscito nell’impresa di dare visibilità alle dimore storiche nell’ambito della kermesse cinematografica e dichiara“Il patrimonio architettonico storico deve essere sempre il protagonista. Anche nel cinema”.

Rigorosamente pugliese il vino che verrà servito alla cena nella Terrazza dei Nobili, fornito dall’associazione Puglia in Rosè diretta da Lucia Nettis.

“Note d’Amore”, omaggio al Maestro Ennio Morricone

“La musica poi è intangibile, non ha sembianze, è come un sogno: esiste solo se viene eseguita, prende corpo nella mente di chi ascolta. Non è come la poesia, che non necessita di interpretazione perché le parole hanno un loro significato. La musica può essere interpretata in vario modo”.  Ennio Morricone
Domenica 1 settembre nel meraviglioso cartellone di #ViesteinLove l’Orchestra Filarmonica Pugliese ripropone il concerto-spettacolo “OMAGGIO AL MAESTRO MORRICONE”, che ha già emozionato diversi angoli della Regione Puglia.
Lo spettacolo è un omaggio a ENNIO MORRICONE ed alla sua straordinaria carriera, costellata di tanti successi, con un programma interamente dedicato ai brani delle colonne sonore dei celeberrimi: Nuovo Cinema Paradiso; Giù la testa; C’era una volta in America; Il Buono, il Brutto e il Cattivo; C’era una volta il West; Metti, una sera a cena;  The Mission,  la colonna sonora del premio Oscar 2016 The Hateful Eight; Per un pugno di dollari.
Il concerto sarà interpretato dall’Orchestra Filarmonica Pugliese condotta dal suo direttore stabile M° Giovanni Minafra, dalla voce solista di Antonella Giovine e dalla voce recitante di  Alessia Garofalo.
L’organizzazione della serata, come dell’intero format di Vieste in Love” è curata da  Studio360 – Comunicazione ed Eventi ed è patrocinata dal Comune di Vieste.
Vieste (FG), piazzetta Petrone
Ore 21.30
Ingresso libero
Qui il link dell’evento.

L’unica tappa al sud dei Dire Straits Legacy è nel Puglia Outlet Village

Il 21 settembre c’è il concerto gratuito della band scozzese che si esibisce durante la “Village Night” molfettese

Il Village di Molfetta prepara una delle serate magiche di fine estate, quando i Dire Straits Legacy porteranno in Puglia il sound blues rock della loro musica immortale. Sabato 21 settembre, all’interno dell’evento “Village Night”, la storica band scozzese fondata nel 1977 dal fenomeno Mark Knopfler, da anni impegnato nella sua carriera solista, suonerà sul palco della Land of Fashion molfettese, per una delle poche date in Italia, unica al sud, del loro tour europeo.

A lan Clark, storico tastierista della band e il chitarrista Phil Palmer, insieme a Trevor HornJack SonniMarco Caviglia e Primiano Di Biase, si faranno trovare pronti ancora una volta a emozionare il pubblico di Molfetta con la loro versione di “Sultans of Swing” e tanto altro.

Il buon vino e le degustazioni tipiche pugliesi della Village Night, insieme al concertone gratuito dei Dire Straits Legacy porteranno gli store del Puglia Outlet Village a rimanere aperti sino alla mezzanotte, nell’idea di offrire per un’esperienza di shopping sempre più completa.

Puglia Outlet Village

Via dei Portuali, 12 – 70056 Molfetta (BA)

Tel. 080 337 0211 – M. 320 55 175 52

info@pugliaoutlet.it

www.pugliaoutlet.it

“Stato Privato di Agitazione” è il nome della XVII edizione del Festival della Letteratura Mediterranea

Un racconto a più voci che coinvolge la comunità, in continuità con il lavoro dei precedenti anni.

“Proprio quando è più difficile farlo, non intendiamo rinunciarci”, affermano gli organizzatori.

20 – 22 settembre 2019, Lucera (Fg).

Torna a Lucera il Festival della Letteratura Mediterranea, organizzato da ben diciassette anni dall’associazione Mediterraneo è Cultura.

A detta degli organizzatori, lavorare nel settore culturale equivale sempre più a muoversi in un campo minato. Sempre più difficile trattare la complessità di alcuni temi con le dovute competenze e responsabilità, in un contesto socio-economico dove conta di più rendere appetibili i contenuti piuttosto che comprenderli davvero. “Ma noi non ci rinunciamo. – affermano – “La difficoltà è evidentemente sintomo di necessità. Vuol dire che abbiamo bisogno tutti di spazi di riflessione come questo festival”.

Il titolo dato alla XVII edizione – in programma a Lucera dal 20 al 22 settembre e realizzata in collaborazione con il Comune di Lucera, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e il Club per l’Unesco di Lucera, con il patrocinio di Regione Puglia e Università di Foggia – è Stato Privato di Agitazione.

Gli anni che stiamo vivendo ci pongono difronte ad alcune sfide che non sappiamo come gestire. Ciò genera ansia, frustrazione, dolore. Ma se ci ascoltassimo un po’ di più? Se scoprissimo che anche gli altri si sentono come noi? E se, in fondo, ci trovassimo tutti dalla stessa parte?

L’idea e il desiderio di affrontare in modo anche inedito e leggero una crisi interiore nasce da queste domande, ma anche dal venir meno di un’adeguata analisi della serie veloce di avvenimenti politici e di cronaca cui assistiamo per lo più inerti, da semplici spettatori. Poi nasce dalla lettura di autori del passato più o meno recente, che in momenti cruciali della storia del Paese, operando ognuno dal proprio luogo o condizione, hanno saputo interpretare il sentire più profondamente umano e popolare. La scelta del tipo di programmazione e degli ospiti dell’edizione si è mossa dunque sulla scia di questi “buoni maestri”.

«Noi ci sentiamo agitati. E voi?», è la domanda che lo staff pone direttamente alle persone dietro gli account social, con l’obiettivo di dar vita a un racconto a più voci che parta dall’individualità – ignorata, nascosta o dimenticata – e provi a metterne insieme i pezzetti coinvolgendo l’intera comunità, in continuità con il lavoro svolto negli anni precedenti.

«Sappiamo che le voci ci sono, ma che ancora non si ascoltano tra loro. Ognuno, al di là della soglia di casa, sprofonda in una dimensione senza cura e senza nome. Ma quando abbiamo smesso di incontrarci nei luoghi? Quando abbiamo cominciato a pensare che stare da una parte significa sempre e solo escludere e sentirsi esclusivi?», si legge nel testo che accompagna il visual della nuova edizione.

Il Festival di Lucera lancia allora una campagna, la proposta di una sorta di cura all’agitazione personale, consigliata proprio dai “buoni maestri” (gli scrittori che hanno ispirato il titolo dell’edizione): dare un nome al proprio stato di agitazionescriverlo su un vecchio lenzuolo e lasciarlo steso al vento.

Che cosa vi agita?

Tutti possono partecipare. Tutti coloro che stanno cercando una parte al di fuori di sè stessi cui unirsi.

Al momento è possibile commentare il post Facebook o Instagram e interagire con le stories.

Ma nei prossimi giorni vedremo cosa accadrà. Occhi aperti!

Tutte le novità riguardanti il Festival sono sulle pagine social:

Facebook | Twitter Instagram |

#FestLettMed #XVIIFLM #SPA #StatoAgitato #StayAgitated #agitatevi

“Festival dei Sensi”: Marilena Vitto e Valeria Dellera – le vincitrici del concorso “Orecchietta d’Oro”

Pubblico disposto a tragitti impervi incollato alla sedia per ascoltare lezioni appositamente preparate da grandi studiosi alla X edizione del Festival dei Sensi, dal 23 al 25 agosto 2019 in Valle d’Itria, dedicata quest’anno al Fiabesco: pubblico irremovibile, anche molto oltre il tempo della lezione, fermo ad ascoltare le risposte alle numerose domande, a sfamare la propria brama di conoscenza, a scoprire il nuovo.

È stato successo pieno per tutti gli appuntamenti del format più imitato (e originale) della Puglia, sempre celebrato per la capacità di ricerca sul paesaggio nei comuni della Valle d’Itria: sedi chiuse per eccesso di pubblico in alcune lezioni, flusso continuo per ammirare le mostre così come per partecipare a tutte le attività collaterali.

La tranquillità di Milly Semeraro, direttore della rassegna, parte proprio da una considerazione sulle presenze e dalla risposta al lancio del concorso “Orecchietta d’Oro”, che ha spinto i partecipanti a ricercare la fiaba popolare più inedita e a reinventare il finale più originale. Della qualità da qualche anno non si parla quasi, è ormai scontata.

Due le categorie: “Remake” (reinventa il finale della tua fiaba preferita) e “Ritrova” (trova una fiaba popolare mai pubblicata).

Si sono aggiudicate il primo premio:

nella categoria “Ritrova”, Marilena Vitto (Foggia), che ha proposto Mamma Sirena, bellissima fiaba ascoltata dalla nonna molti anni fa a Martano, nella Grecìa salentina;

nella categoria “Remake”, Valeria Dellera (Bari), che ha partecipato con una felice rivisitazione di Le mie tre belle corone, tratta da G. Pitrè, Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani, 1870-1913. Titolo originario: Li tri belli curuni mei.

Presenti i capi giuria Armando Massarenti, filosofo ed epistemologo, autorevole firma de Il Sole24Ore-Domenica, e l’antropologa Laura Marchetti, ideatrice del progetto Le strade della fiaba. Nella stessa serata Paolo Panaro ha incantato tutti raccontando “Le mie tre belle corone” in versione rivisitata. Le fiabe vincitrici sono state pubblicate sul sitowww.festivaldeisensi.it

Aperta la caccia all’ambitissima tshirt con l’orecchietta zecchina… E c’è già chi vuol sapere il tema del prossimo anno. A guardar bene, ogni giorno la realtà può superare la fantasia.

Ultimo appuntamento con “Cisternino Street Art”

Terzo ed ultimo appuntamento con il cisternino street art patrocinato dal comune di Cisternino organizzato dall’associazione Smile con la direzione artistica di Manuel Manfusoche ormai è una garanzia di qualità e divertimento.
Con questa tappa si chiude la stagione estiva senza rinunciare all’arte, al divertimento, ma anche al buon gusto (non perdetevi il ricco street food in piazza Marconi tra caciocavallo impiccato, prodotti calabresi, carne e ancora tette delle monache crepes zucchero filato e cannuoli) e al mercatino dell’artigianato corso Umberto.
Si comincia venerdì 30 settembre in piazza Garibaldi con “Dely De Marzo fire show” (alle 21 e alle 22.30) con il suo spettacolo intrigante e grottesco di mangiafuoco che lascerà tutti a bocca aperta, per poi spostarci in corso Umberto alle 21.30 (seconda performance alle 23.00 circa) per sognare e tornare bambini con lo spettacolo di bolle di “Fiocchettina” che svelerà anche qualche segreto per avere delle bolle perfette ed infine in piazza dell’orologio (alle 22.00 e alle 23.30) lo spettacolo dal titolo ” Quasi musicale” il clown-fantasista che fonde giocoleria ed equilibrismo a gags musicali paragonato più volte dal pubblico al grande Buster Keaton.
Sabato 31 agosto alle ore 21.00 in piazza Garibaldi (seconda performance alle 22.30) sarà il turno dei FI.E.S.T.A., degli artisti che direttamente dal Messico vi lasceranno a bocca aperta per le loro incredibili tecniche circensi e la loro cultura messicana, con i suoi lati divertenti, oscuri, onirici, comici; alle 21.30 in corso Umberto (secondo spettacolo alle 23.00) “action painting” dove teatro danza e pittura espressionista si fondono per creare coreografie e creazione grafica in contemporanea, infine in piazza dell’orologio spettacolo di “calcio freestyle” dove il pallone da calcio è il protagonista di palleggi acrobatici fondendo lo sport con l’arte invitando anche il pubblico a provare.
Ultima serata, domenica 1 settembre, con lo spettacolo “Retrò circus show” in piazza garibaldi (ore 21.00 e 22.30): un clown scapigliato d’altri tempi che intratterrà il pubblico oltre che con numeri del circo classico, anche con gag comiche e coinvolgendo il pubblico che proverà in prima persona i numeri.
A seguire, in corso Umberto alle 21.30 e alle 23.00, le “favole altoparlanti” una cantastorie su trampoli che a ritmo di valzer leggerà delle storie e sceglierà tra il pubblico gli interpreti e, infine, in piazza dell’orologio alle ore 22.00 (e a seguire alle 23.30) potrete osservare, accarezzare se avete fegato e cambiare la foto profilo facendovi una foto con i serpenti e il loro incantatore che sarà lì a vostra completa disposizione.
Se avete già partecipato alle edizioni precedenti, non mancate perché troverete nuove esibizioni e se invece ve lo siete persi non perdete quest’ultima occasione.
Vi aspettiamo!

30-31 agosto, 1 settembre 2019 start ore 21.00
Cisternino
INGRESSO GRATUITO

Associazione Smile
Manuel Manfuso – 324.8679062
Associazionesmile2015@gmail.com

Massimo Giletti al “Gargano Media Festival”. Mercoledì 4 settembre 2019 a Peschici

Intervista-dibattito sui nuovi media e sul futuro della comunicazione, condotta dal giornalista Sky Stefano Meloccaro.

Sarà Massimo Giletti, giornalista, conduttore e autore televisivo, a dare il via alla prima edizione del “Gargano Media Festival”, in programma dal 4 all’8 settembre 2019 a Peschici, San Menaio e Vico del Gargano.

L’evento – realizzato da Comune di Vico del Gargano-Assessorato alla Promozione del Territorio, Comune di Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano – propone ragionamenti sui nuovi media e sul futuro della comunicazione e vedrà la partecipazione di alcuni tra i volti più noti di tv, cinema, sport, spettacolo e giornalismo del panorama nazionale.

Mercoledì 4 settembre, alle ore 20.30, appuntamento a Peschici in Piazza Pertini per la prima giornata del “Gargano Media Festival”, che vedrà il giornalista Sky Stefano Meloccaro intervistare Massimo Giletti, esplorando con lui il mondo di media, social network, nuovi linguaggi ed evoluzione della comunicazione.

Dopo 30 anni passati in Rai, dall’agosto del 2017 Giletti conduce il programma “Non è L’Arena” su La7.

La sua lunga carriera lo ha visto muovere i primi passi nel giornalismo accanto al maestro Giovanni Minoli. Con lui Massimo ha lavorato per ben sei anni nel programma “Mixer”, per il quale ha realizzato reportage e inchieste e ha proposto ritratti dei più importanti politici del nostro Paese.

Dopo l’esperienza fatta in “Mattina in famiglia” e in “Mezzogiorno in famiglia”, Giletti è diventato uno dei volti più amati della seconda rete Rai, conducendo per sei anni (dal 1996 al 2002) “I fatti vostri”.

Tra le sue esperienze si ricordano i programmi “Casa Raiuno” e “Beato tra le donne” sulla prima rete Rai e poi “Domenica In”, contenitore domenicale che lo ha visto protagonista con il seguitissimo segmento denominato “L’Arena”.

Lo showman torinese ha all’attivo anche la conduzione di eventi come “Miss Italia nel mondo” (nel 2007 e nel 2010), “Sanremo dalla A alla Z” e “Una voce per Padre Pio”.

Nel 2012 ha scritto e condotto “Avevo un cuore che ti amava tanto“, programma dedicato alla memoria del cantante Mino Reitano. Il successo di ascolti ha indotto la rete a proporre altre serate in omaggio ai grandi artisti della musica: Lucio Dalla, Lucio Battisti, Domenico Modugno e Mia Martini.

Sempre nel 2012 ha proposto su Raiuno “Una voce per Padre Pio nel mondo” e il documentario “Tashakkor”, da lui realizzato in Afghanistan con la regia di Roberto Campagna, reportage che parla dei soldati italiani impegnati in quella terra.

Dopo la prima giornata, il “Gargano Media Festival” proseguirà il 5 settembre a Peschici con Neri Marcorè, il 6 a San Menaio con Gianfranco Vissani, il 7 e l’8 a Vico del Gargano con Arrigo Sacchi e Walter Veltroni.

http://www.garganomediafestival.it/

FB + IN @garganomediafestival

#GarganoMediaFestival

“Di lago in mare” fa tappa a Vieste, la Perla del Gargano. Domenica 1° settembre 2019

Open door dedicato alla scoperta di uno dei litorali più pittoreschi del Mediterraneo e del trabucco San Lorenzo.

Domenica 1° settembre 2019, Zona Portuale – Molo Sud Est, Vieste (Fg).

 Tappa imperdibile per “Di lago in mare” a Vieste, la Perla del Gargano che incanta con le spiagge rosa argento, le acque limpide e cristalline, le alte falesie e le 26 grotte marine.

Domenica 1° settembre il ciclo di eventi organizzato dal Gal Gargano Agenzia di sviluppo, dopo aver esplorato il borgo e la costa di Rodi Garganico, continuerà andando alla scoperta della città più orientale del promontorio del Gargano, a metà strada tra Peschici e l’incantevole litorale di Mattinata.

Sarà il Molo Sud Est nella Zona Portuale di Vieste a fare da location ai diversi momenti di vitalità sociale e culturale – tra visite guidate, degustazioni di prodotti tipici, workshop e show cooking – che hanno l’obiettivo di promuovere l’Economia blu e i suoi pilastri: pesca/acquacoltura, turismo, diportismo, buono stato ambientale del mare e delle lagune.

Si parte alle 10.30 con le attività di informazione e animazione a cura del Gal Gargano e con l’open door Il Gargano scoperto dal mare: visita guidata all’ambiente marino costiero”. Un viaggio lungo uno dei più pittoreschi tratti di costa del Mediterraneo che permette di andare alla scoperta della più antica tradizione marinara, tra l’azzurro del mare, il bianco delle rocce,  le torri di avvistamento cinquecentesche e i trabucchi, giganti di legno simbolo della creatività e della fatica dell’uomo.

Dopo aver ammirato questo meraviglioso litorale – dallo sperone roccioso di Pizzomunno fino alla spiaggia di Vignanotica famosa per la sua falesia che cade a picco nell’Adriatico e le affascinanti grotte marine – alle 12.45 ci sarà il Coffee Break con la degustazione di prodotti tipici della pesca e dell’acquacoltura. Attraverso l’assaggio di questi prodotti sarà possibile scoprire sapori antichi e ricette tipiche, a volte “dimenticate” dell’area del GAL, e diffondere la conoscenza dell’eccellente qualità del pesce del mare e della laguna.

La giornata continuerà alle ore 17.00 con la visita guidata, a cura dell’Associazione Rinascita dei Trabucchi Storici, al trabucco San Lorenzo che è uno degli esemplari meglio conservati di questa antica macchina da pesca, tutelata come patrimonio monumentale dal Parco Nazionale del Gargano in un’ottica di valorizzazione delle antiche tradizioni del territorio. Il Trabucco è un’imponente costruzione in legnocostituito da una piattaforma protesa sul mare e ancorata alla roccia da grossi tronchi di pino d’Aleppo, tipico del Gargano, dalla quale si allungano, sospesi a qualche metro dall’acqua, due o più lunghi bracci (detti antenne) che sostengono un’enorme rete a maglie strette, il cosiddetto trabocchetto. Secondo la tradizione, il trabucco venne importato nel Gargano dai Fenici, e fu adottato dai pescatori locali per rendere possibile la pesca anche in presenza di avverse condizioni metereologiche.

Il Trabucco San Lorenzo ospiterà l’incontro con Fabio Fiori e la sua scrittura con il sale sulle mani. Attraverso il libro “L’odore del mare – Piccole camminate lungo le rive mediterranee”, l’autore, che è anche marinaio e biologo, racconterà l’odore del mare in una conversazione intima e quotidiana con l’acqua, il vento e la luce, fatta camminando sulle sue rive.

Fiori – che ha pubblicato diversi libri, tra cui “Un mare”, “Orizzonte adriatico”, “Abbecedario Adriatico”, “Natura e cultura delle due sponde”, “Vela libre. Idee e storie per veleggiare in libertà”, “Ánemos. I venti del Mediterraneo”, e scrive di paesaggio, ecologia e cultura del mare su quotidiani, riviste (come “Bolina” e “Lettera Internazionale”), e sul blog www.maregratis.blogspot.com – nel 2011 è stato ospite della zona di pesca, a Lesina e Varano, partecipando al congresso scientifico di Lagunet organizzato dall’Istituto di scienze marine ISMAR CNR di Lesina.

Alle 19.00, dopo i saluti istituzionali, il Gal si presenterà alle comunità costiere con due interessanti workshop. Alle 19.30 è in programma quello a cura della dott.ssa Monica Contegiacomo su “Consumo consapevole dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura: come leggere l’etichetta e riconoscere i marchi”; alle 20.00 quello della dott.ssa Antonella Mirizzi sulle proprietà nutrizionali del pesce povero.

La giornata si concluderà con lo show cooking, a partire dalle 21.30, a cura di esperti del settore gastronomico che porteranno i presenti alla scoperta dei sapori e delle ricette tipiche dell’area marino costiera lagunare.

L’open door e la visita guidata sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per la prenotazione, che è obbligatoria, inviare una email (completa di nome, cognome, luogo e data di nascita, cellulare) all’indirizzo agenziadisviluppo@galgargano.com o chiamare i numeri 0884.568245 e 0884.564164 entro le ore 18.00 del 29 agosto 2019.

Il progetto vanta il patrocinio dei comuni di Isole Tremiti, Cagnano Varano, Ischitella, Rodi Garganico, Vieste, Peschici, Lesina; di AMP Isole Tremiti – Riserva Naturale Marina, del Parco Nazionale del Gargano e di Puglia Promozione.

“Di lago in mare” è un’attività realizzata nell’ambito dell’Intervento 2.3 della Strategia di Sviluppo Locale del del GAL Gargano  Agenzia di Sviluppo –  PO FEAMP 2014/2020 – Misura 4.63.

Per maggiori informazioni: www.dilagoinmare.wordpress.com

Facebook: @dilagoinmaregal

Instagram: dilagoinmare_gal

 #GalGargano #dilagoinmare #EconomiaBlu #opendoors

Watch Dragon ball super