News

giugno 2019

Locorotondo, un fiume di visitatori per “Note bianche sotto le cumerse”

Si è conclusa la seconda edizione della suggestiva iniziativa “note bianche sotto le cumerse” nel borgo di Locorotondo, svolta in occasione della della festa della musica ed organizzato dall’Associazione Smile in collaborazione con l’amministrazione comunale.
Un fiume bianco di visitatori si è riversato tra i vari vicoli snodandosi tra le bancarelle del mercatino e le postazioni degli artisti che si sono esibiti.
È stata una serata all’insegna dell’arte e della musica, dove il bianco richiesto ed esaudito dai visitatori, ha fatto da cornice ai vari artisti tra cui: i giovani musicisti baresi della Commedia Young Band che si sono esibiti lungo Corso XX Settembre,  la street band dei One Beat Drumline che hanno anche accompagnato l’uscita  ritmata di una coppia di sposi dalla chiesa maggiore, la maestra Pasqua Viesti e i suoi allievi presso l’auditorium, Daniele Palmisano in via montanaro, la band dei Moon’s Ground,  Dario Maltese presso la chiesa madre che ha omaggiato la musica di De Andrél’ensemble concentus presso la Chiesa dell’Addolorata, ma anche tanta danza grazie alle allieve della scuola Artedanza cordinate da Aurelia Semerato Brooks.
Particolarmente gradito, nella Villa Comunale, lo spettacolo teatrale “Note e Parol Gioconde” dove l’attore Giovanni Di Lonardo ha eseguito un mash-up di testi diversi tra cui un monologo teatrale brillante di Stefano Benni, un piccolo gruppetto di macchiette di Petrolini e due fiabe di Gianni Rodari, il tutto accompagnato musicalmente dalla chitarra del maestro Michele Santoro.
A fine serata il direttore artistico Manuel Manfuso presidente dell’associazione Smile si è dichiarato stanco ma soddisfatto per l’affluenza di pubblico e per la bella atmosfera che si è creata nel corso della serata.
Anche quest’ anno sono soddisfatta della riuscita dell’ evento e soprattutto di aver sperimentato alcune iniziative aggiuntive come quelle del ballo, delle letture romantiche e del teatro, insomma una serata d’arte a 360 gradi che mi auguro abbia soddisfatto ogni tipo di palato artistico. Ovviamente ringrazio l Associazione Smile per l impeccabile organizzazione e la solita capacità di coinvolgere e attirare verso il bello e l’essenza dell’arte” conclude così l’Assessora Dott.ssa Ermelinda Prete.

Sulla spiaggia di Torre Canne arriva il pesce mangia plastica: “Si nutre dei rifiuti abbandonati dagli incivili”

L’originale installazione si trova sul lido Morelli e promuove il Fasano Fish Festival: “Vissuto nell’era del Plastocene, ha bisogno dell’aiuto dei bagnanti per nutrirsi”.

Un enorme pesce mangia plastica: nella sua pancia sono raccolti vecchi materassini, sedie rotte, buste, reti. Materiale di scarto che, altrimenti, sarebbe finito in mare. “Complimenti al Comune di Fasano per l’ottima iniziativa”, plaudono gli attivisti di Retake Bari, che fotografano l’opera d’arte utile alla pulizia della spiaggia e alla lotta alla dispersione delle microplastiche in mare.

L’originale installazione si trova sul lido Morelli, nel Parco regionale delle dune costiere tra Torre Canne e Torre San Leonardo. L’opera promuove il Fasano Fish Festival, l’evento organizzato dal Gal della Valle d’Itria (che comprende i comuni di Fasano, Locorotondo, Martina Franca e Cisternino). La manifestazione sabato 29 e domenica 30 giugno 2019 nel porto di Savelletri promuoverà i prodotti tipici della Valle d’Itria, la filiera della pesca e le tradizioni locali enogastronomiche.

“Vissuto nell’era del Plastocene, si nutre della plastica abbandonata dagli incivili – avverte il Gal – ma da solo non può farcela! Ha bisogno di te! Vieni al  Fasano Fish Festival e metti nella sua pancia la plastica che trovi in spiaggia. Così aiuterai i pesci veri del nostro mare”.

Taranto, strisce pedonali e spartitraffico arcobaleno: lo street artist colora la periferia

Spartitraffico e attraversamenti pedonali che da anonimi, di colpo, si colorano e diventano installazioni artistiche. Quelle di Domenico Campagna, artista 69enne originario di Adelfia (Bari) che si cimenta in questi giorni nel quartiere Tramontone, nella periferia Sud est di Taranto. Tra caseggiati moderni, asfalto e accenni della campagna man mano ridimensionata, Campagna ravviva così incroci e piazze, con delle performance temporanee. “Quei colori non sono pittura – spiega – ma si tratta di carta colorata applicata sull’asfalto a secco con carta adesiva. L’installazione è durata il tempo di permettere ad alcune persone di vederla e poi è stata subito rimossa in tutta sicurezza”. Le sue prossime incursioni si paleseranno su un’altra arteria periferica, via Ancona, e nella città vecchia sulla scalinata postierla Via Nuova, per poi passare alla costruzione di sagome colorate quadrifoglio in materiale sottile idrorepellente che galleggiano in acqua, sulla fontana nei giardini Virgilio. L’idea è quella di replicarle nelle vasche su cui riflette la Concattedrale di Gio Ponti.

Fonte: bari.repubblica.it

Laura Pausini e Biagio Antonacci in concerto a Bari

L’avevano promesso a milioni di fan e ora sono pronti a scendere in campo: LAURA PAUSINI e BIAGIO ANTONACCI saranno protagonisti insieme, nell’estate 2019, di un imperdibile tour nei principali stadi italiani con 10 appuntamenti live che si preannunciano indimenticabili!

Queste le date confermate del Pausini-Antonacci Stadi 2019:
– 26 giugno Stadio San Nicola di Bari
– 29 giugno Stadio Olimpico di Roma
– 4 luglio Stadio di San Siro a Milano
– 5 luglio Stadio di San Siro a Milano
– 8 luglio Stadio Artemio Franchi di Firenze
– 12 luglio Stadio Dall’Ara di Bologna
– 17 luglio Stadio Olimpico di Torino
– 20 luglio Stadio Euganeo di Padova
– 23 luglio Stadio Adriatico di Pescara
– 27 luglio Stadio San Filippo di Messina
– 1 agosto alla Fiera di Cagliari

>>>Acquista Biglietti

Un cinema svizzero rimpiazza le poltrone con letti e sofà

Vedere un film al cinema è un’esperienza immersiva di grande effetto, molto più coinvolgente della visione casalinga. La grande sala oscurata, uno schermo di proporzioni enormi e (generalmente) un quasi totale silenzio assicurano uno spettacolo di qualità. Spesso però le sedute non sono comode, questo a causa della necessità di realizzare sale con centinaia di posti per ammortizzare i costi della struttura.

Una catena di cinema svizzeri, il Pathé Schweiz, con strutture a Basilea, Losanna, Lucerna e altre città principali, ha appena completato la realizzazione di un cinema inusuale. Nel nuovo multisala di Spreitenbach, nei pressi di Zurigo, sono state inaugurate due sale con dei letti e sofà al posto delle poltrone, per godere la visione dei film nel modo più comodo e confortevole possibile.

La sala VIP BED è dotata di 11 letti con con poggiatesta regolabili, lenzuola morbide, due cuscini e due comodini per appoggiare le bevande e gli snack gratuiti, forniti nel prezzo del biglietto. La VIP LOUNGE è invece caratterizzata da sofa colorati, in grado di offrire un’esperienza simile ai più comodi divani casalinghi. Tanto lusso ha anche un prezzo elevato:

Un biglietto costa 49 franchi svizzeri, circa 44 euro

Ogni cliente viene anche dotato di un proprio paio di pantofole, e ogni letto e divano viene igienizzato a ogni proiezione con lenzuola nuove. Nonostante il rischio di comportamenti sconvenienti nei posti a due, il CEO della catena, Venanzio Di Bacco, ha assicurato che in altri cinema simili all’estero non ci sono mai stati problemi.

Oltre al lusso per gli adulti, al Pathé di Spreitenbach si è pensato anche a una sala per i bambini, con una piscina di palline, uno scivolo al posto delle scale e delle sedute fatte di comodi sacchi morbidi.

Le nuove sale sono state inaugurate l’11 Maggio e oggi sono regolarmente funzionanti. Per sapere di più è possibile visitare il sito web ufficiale della catena di Cinema.

“A piedi nudi nell’Arte”. Assolo di e con Carlo Vanoni

Carlo Vanoni, storico dell’arte, attore, curatore di mostre di prestigiosi artisti, autore e interprete di spettacoli teatrali racconterà il suo libro “A piedi nudi nell’Arte”, edito da Solferino Gruppo Corriere della sera, mercoledì 26 giugno alle ore 20,00 presso la libreria il Ghigno, a Molfetta. Una passeggiata alla scoperta dei capolavori antichi e moderni

“Perché Giotto fu il primo regista di fiction della storia e Lucio Fontana il più grande esploratore dello spazio? Quale filo lega la Crocifissione di San Pietro di Caravaggio, I mangiatori di patate di Van Gogh e i sacchi di juta sporchi di Kounellis? È più spirituale una Madonna in una pala d’altare medievale o il quadrato nero di Malevic˘?”

Spazia dalla televisione al teatro, passando per radio e YouTube. Il suo nome è Carlo Vanoni e il suo “mestiere” è avvicinare il grande pubblico all’arte contemporanea.

Non usa le sue due lauree ‒ in Sociologia a Urbino e in Conservazione dei beni culturali a Ca’ Foscari, a Venezia ‒ per “salire in cattedra”, ma piuttosto per scendere dalla cattedra e arrivare alla gente, meglio se poco preparata sull’arte contemporanea e meglio ancora se si tratta proprio dei più scettici sul tema. Carlo Vanoni racconta l’arte in modo semplice, seducente, comprensibile e lo fa con ogni mezzo possibile: in teatro, alla radio e in tv, su giornali e riviste e pubblicando saggi dal titolo provocatorio e divertente come Andy Warhol era calvo. Non smette nemmeno mentre guida, occasione perfetta per tenere “a braccio” brevi lezioni monografiche caricate su YouTube quasi in presa diretta, senza montaggio. L’espressionismo? “È dipingere quello che si sente”. Duchamp? “Rende l’utile inutile” e Picasso “aggiunge allo sguardo anche tempo e movimento”. L’arte contemporanea ha un nuovo narratore, perché nessuno possa più dire “l’arte contemporanea io proprio non la capisco”.

Da vent’anni Carlo Vanoni si dedica a tempo pieno al mondo dell’arte contemporanea, come consulente di varie gallerie d’arte e curatore di mostre.
Con Luca Berta ha pubblicato “A letto con Monna Lisa. Storia dell’arte per pendolari”, tradotto in inglese (In bed with Monna Lisa) da cui è nato lo spettacolo teatrale “L’Arte è una caramella”, presentato in molti teatri italiani.
Recentemente ha pubblicato anche “Andy Warhol era calvo”, una raccolta di articoli scritti per ARTEiNWorld che rappresentano un piccolo saggio sul mondo dell’arte. Ospite di trasmissioni radiofoniche (Radio 101, Radio 2) e televisive (Cominciamo bene estate, Geo&Geo, Rai3) si dedica anche a cicli di conferenze al fine di rendere i linguaggi contemporanei accessibili a tutti.

Attualmente è in teatro anche con lo spettacolo “I migliori quadri della nostra vita”, insieme a Leonardo Manera, un mix di comicità e storia dell’arte.  https://www.carlovanoni.com/

Ingresso libero.
Prenota il tuo posto acquistando il libro o tramite paypal.
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App.

Un artista russo trasforma lo sporco dei veicoli in splendide opere d’arte

L’illustratore Nikita Golubev (in arte ProBoyNick) sta trasformando le automobili di Mosca in splendide opere d’arte, disegnando sullo sporco accumulato all’esterno forme di animali o paesaggi o ritratti di esseri umani. L’arte è decisamente anticonvenzionale, e sono in molti ad aver caricato sul web le fotografie di opere di Gobulev, ormai ricercatissime in tutta la capitale russa.

Le “tele” dell’artista sono sia le automobili, dipinte nelle fiancate, sia i camion o i furgoni, che vengono disegnati sull’ampio cassone posteriore. Il risultato è un’opera che sembra un disegno a carboncino, bellissima nella sua semplicità. ProBoyNick sta continuando la sua opera di abbellimento dello sporco pubblico ormai da diversi anni, e il suo account Instagram è diventato seguitissimo. Grazie alla fama raccolta sul web sono in molti a richiedere un “intervento” di abbellimento della propria auto sporca all’artista, che posta le fasi della trasformazione nelle storie del proprio account nella categoria “Dirt – Polvere”.

Le opere non avranno forse l’ironia dell’italiano “Lavami”, ma sono dei veri a propri capolavori di creatività.

A volte le opere vengono anche colorate, come nel caso di questi fiori blu:

Un paesaggio marino con dei surfisti disegnati sulla polvere di un camion:

Una splendida scimmia nel retro di un Peugeot Boxer:

Spesso oltre all’opera d’arte ProBoyNick aggiunge anche una serie di scritte che spiegano o completano il significato dell’opera:

Ritratti umano:

Ritratto sul retro di un furgone:

Fonte: Vanilla Magazine

A Bitonto “Asteria Space”, spazio fisico e virtuale per la promozione di artisti pugliesi

Nel giorno dedicato alla Festa della Musica, giornata riconosciuta e promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, anche a Bitonto si fa festa in uno spazio nuovo, colorato, dove si respira arte e soprattutto protetto dagli astri: in piazza Aldo Moro, questa sera alle 21, verrà inaugurato Asteria Space, lo spazio fisico e virtuale per la promozione degli artisti pugliesi.

Un’avventura  lanciata da Alessandra Savino, CEO e presidente di Asteria Space assieme ai compagni Michele Lastella, web master, Nicola Rizzi, general manager che si presenterà al pubblico con una grande e travolgente festa in cui tutti gli artisti coinvolti daranno prova delle loro abilità e capacità.

Nel giorno in cui comincia l’estate tutti sono invitati a partecipare e a respirare l’atmosfera magica che solo l’arte può regalare: musica, danze esposizioni, talk. La serata si apre con un pre opening, alle 19:30 con addetti ai lavori del settore culturale durante i quali si alterneranno i vari talk, condotti da Alessandra Savino, divisi per settore: arte, alle 18:30, design 19:00, scrittura 19:30, musica 20:00, teatro e danza 20:30. La chiusura dei talk è per le 21:00 con performance di danza site specific di Alessandra Gaeta negli spazi interni ed esterni di Asteria Space. A seguire ci sarà l’apertura al pubblico che potranno assistere alle esposizioni e alla musica dei musicisti selezionati. Tutta la serata sarà trasmessa in diretta su radio RKO, partner del progetto, a cura di Carlo Chicco.

Spazio quindi alla creatività dell’arte di Michele Agostinelli, Nino de Leo, Roselli-Ambrosi e del design di Rocco Avitto. Si alterneranno le parole degli scrittori Nicola Marrano, Annamaria Pazienza, Niky D’Attoma, Roberto Gassi. Per il teatro ci saranno: ACU – Associazione Compagnia Urbana, Teatro delle Bambole, Okiko Drama Company. A danzare ci penserà Alessandra Gaeta e per la musica saranno presenti: Marco Boccia Trio, Paola Arnesano, Viz Maurogiovanni (Duo Balducci&Maurogiovanni – Cercle Magique – Kaleido Sea), Pietro Verna.

L’idea che sottende al progetto è rappresentare i talenti artistici della Puglia fornendo loro supporto e consulenza in termini di immagine, comunicazione, management ed organizzazione eventi. Asteria Space sarà uno spazio fisico di promozione che accoglie al suo interno artisti appartenenti a cinque categorie teatro/danza, musica, scrittura, arti visive, design. Al suo interno nell’Art Showroom ognuno potrà esporre le proprie opere d’arte, dischi, libri, oggetti di design, dvd di opere teatrali, prodotti artistici; ci sarà inoltre un piccolo ufficio come punto di riferimento e appoggio per tutti gli artisti iscritti e uno spazio riservato alle esibizioni di musicisti, ballerini e attori. Verranno allestite mostre e organizzate preview, ogni anno verrà realizzato un catalogo digitale che raccoglie le eccellenze artistiche pugliesi.

Oltre a base logistica, il progetto mira anche a promuovere la creatività pugliese grazie alla competenza comunicativa dello staff: verranno utilizzati tutti i canali possibili, dall’online all’offline, per dare la visibilità necessaria a tutta la produzione artistica. Saranno coinvolti giornalisti e addetti ai lavori: critici, direttori di festival, direttori di teatri, organizzatori di eventi, gestori di centri culturali, assessori alla cultura.

Non solo: tutti gli artisti verranno presentati nei festival culturali ed altre vetrine più rappresentative,  verranno anche guidati e supportati nella distribuzione delle opere. Inoltre, grazie all’ausilio delle nuove tecnologie si punterà a garantire un’ampia e diversificata presenza degli artisti sul web, attraverso i social network, la newsletter, un blog e un canale youtube dove saranno caricate le interviste, le dirette web, le video rubriche, e le recensioni.

Insomma, nulla verrà lasciato al caso.

Nei mesi scorsi è stata lanciata una call a cui si chiedeva agli interessati di partecipare presentando fino ad un massimo di cinque opere. Ed ecco gli artisti che hanno risposto al bando e che sono stati selezionati. Per la modalità Talk, esposizione, galleria online nella sezione arte ci sono: Michele Agostinelli, Nino Deleo, Giuseppe Savino, Roselli – Ambrosi. Per la sezione scrittura: Nicola Marrano, Annamaria Pazienza, Niky D’Attoma, Roberto Gassi. Nella sezione musica ci sono: Marco Boccia Trio, Paola Arnesano, Viz Maurogiovanni (Balducci – Cercle Magique – Kaleido Sea), Pietro Verna. Per il design: Rocco Avitto (Dottor Wood), Nicola Bonasia. Per la danza: Alessandra Gaeta, Ezio Schiavulli. Per il teatro: ACU – Associazione Compagnia Urbana, Teatro delle Bambole, Okiko Drama Company.

Per la modalità Esposizione e galleria online i selezionati per la categoria arte sono: Annafranca Coviello, Daniela Grimaldi e Giuseppe Savino. Per il design: Viviana Colasuonno. Per la scrittura: Cetty Antonelli, Filippo Parisi e per il teatro: Paolo Cilfone, Marluna Teatro.

 

Riuscire a coniugare la passione per quello che si fa con una prospettiva di creare un nuovo circuito anche occupazionale: ci hanno creduto da subito i tre creatori di Asteria Space Alessandra Savino, Michele Lastella e Nicola Rizzi.

Alessandra Savino ricopre il ruolo di CEO e presidente di Asteria Space. Amante di ogni forma d’arte ha scelto di lavorare al servizio dell’arte facendo di una passione la sua professione. Laureata con il massimo dei voti in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale presso l’Università degli Studi di Bari, si è specializzata in comunicazione ed ufficio stampa a Salerno e, successivamente, in management culturale con un master in Svizzera, a Lugano. È giornalista free lance, scrive per diverse testate giornalistiche e lavora anche come responsabile di comunicazione, social media management ed organizzazione eventi per artisti ed enti culturali. Tra le varie realtà con cui ha collaborato, Teatro Stabile di Verona, Nuovo Teatro Abeliano (Bari), Teatro Palazzo (Bari), Artiamo Eventi, Canova Arte Srl (Milano) Fondazione Vittorio Bari, Laboratorio Urbano Rigenera, Teatro Pubblico Pugliese, Conservatorio della Svizzera Italiana (Lugano).

 

Michele Lastella è il web master del progetto. Appassionato di musica fin da piccolo, collezionista di vinili di musica elettronica. Tra i fondatori e soci di Flamingo Bar, giovane e dinamica realtà pugliese impegnata nell’organizzazione di eventi artistico-musicali, per la quale si occupa del coordinamento e gestione delle prime due edizione del “Baci Festival”, festival di musica indipendente. Prosegue l’attività nel campo culturale attraverso un tirocinio formativo presso il Torrione Angioino di Bitonto occupandosi del front office, relazioni con il pubblico durante mostre ed eventi artistici. Affianca alla passione per la musica quella per l’informatica, campo in cui approfondisce le proprie conoscenze attraverso la collaborazione con Certiform S.R.L.s svolgendo attività di consulenza per la partecipazione a bandi INAIL ed occupandosi della realizzazione di piattaforme web. Realizza siti internet per realtà legate a svariati settori tra cui moda, design, arte.

Nicola Rizzi, il general manager del progetto, si è laureato in Economia e Organizzazione Aziendale e si è  specializzato, con il massimo dei voti, in International Management presso l’Università LUM Jean Monnet di Casamassima dove ha conseguito anche il Master in Imprenditorialità e General. Lavora da oltre dieci anni, come responsabile della grande distribuzione organizzativa, all’interno dell’azienda di famiglia Brico Rizzi a Bitetto, specializzata nel settore Ingrosso e Dettaglio. Ex ballerino agonista amante dello sport e del travel blogging ha aperto un proprio blog, vadovivotorno.com, su cui documenta con reportage foto e video, nonché articoli descrittivi, le tappe dei suoi viaggi.

PARTNER DEL PROGETTO

PUGLIA ECCELLENTE

Puglia Eccellente nasce per raccontare le storie di persone, luoghi e culture attraverso redazionali, reportage e video ad alta definizione.

 

LIBRERIA DEL TEATRO

La “libreria del teatro” è una libreria-salotto, nel senso più romantico del termine.  Un luogo dove condividere idee, vedere film insieme ad amici, dibattere di letteratura, arte, società, politica, cultura.

RADIO RKO

RKO è l’emittente radiofonica, nata a Bari dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale Microsolco e il Teatro Kismet Opera. Nuova sede di Radio Popolare Milano a Bari.

REBIRTH

“Rebirth infinite sound” è una realtà che, attraverso la creazione di un brand, organizza eventi musicali curandone ogni dettaglio, dall’immagine, la fotografia e le selezioni musicali.

CANOVA Srl

Canova Srl è una società specializzata nei servizi dedicati all’arte la cui attività si compone di tre sezioni principali: advisory, editoria, organizzazione e gestione di grandi mostre ed eventi culturali.

LOWXURY

Lowxury è un viaggio di introspezione in cui far emergere emozioni e potenzialità nascoste, attraverso coaching, mindfulness, meditazione, visualizzazioni creative, aerial hammock e design introspettivo.

ORECCHIE A SVENTOLA

È il blog di Fede Volo, svizzera ma con il cuore italiano. Qui ci parla di libri, viaggi, film, musica, sport, sentimenti, cibo, pensieri. Non tutto quindi avrà un perché, se non la sua voglia e passione per la scrittura.

Orecchieasventola è un blog che parla di vita. Con tutte le sue sfumature, pregi e difetti, bellezze e paradossi. Nessuna finzione: solo la genuina bellezza di ciò che siamo e di ciò che accade intorno a noi.

 

CARLO CHICCO BLOG

Blog di Carlo Chicco, giornalista, conduttore radiofonico e dj dal 1989, alla direzione artistica di Controradio Bari dal 1996 al 2016, oggi direttore artistico dell’emittente radiofonica RKO.

 

ArTA aps

ArTA aps è un contenitore di idee ed esperienze mirate alla tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale pugliese. Fornisce consulenza specializzata sui beni archeologici e artistici.

MUSEO CIVICO DI BARI

 

Fatti di Teatro

il blog teatrale curato da Simone Pacini, esperto in comunicazione e formazione in ambito teatrale, diventato nel tempo un brand trasversale dentro e fuori dal web. Interviste, recensioni e tanto altro.

Rigenera Smart City

Cooperativa Quarantadue

Cooperativa Quarantadue è una società di produzione lavoro nel settore delle comunicazioni. Documentari, eventi, fotografie, reportage, video corporate.

 

Comune di Bitonto

 

Mediterranea web Tv

Mediterranea Tv, la tv che ti piacerà di più! Interviste e servizi di approfondimento su sport, cinema arte e spettacolo in Puglia e Basilicata.

“Notte Romantica” a Cisternino

Domani, sabato 22 giugno 2019 a Cisternino (BR) avrà luogo la bellissima iniziativa “Notte Romantica” promossa dall’Associazione nazionale “i Borghi più belli d’Italia” con il patrocinio del Comune di Cisternino e la collaborazione dell’Associazione Smile capitanata da Manuel Manfuso. Chi pensa che per trascorrere una serata all’insegna dell’amore e del romanticismo si debba aspettare il 14 febbraio, resterà piacevolmente sorpreso da questo imperdibile evento, dove il suggestivo borgo di Cisternino farà da sfondo alle iniziative proposte, tutte all’insegna dell’amore. Lasciatevi, dunque, trasportare da questo “San Valentino estivo” e godetevi l’atmosfera che vi riscalderà il cuore, ma senza farvi sudare! L’inizio di tutti gli spettacoli è previsto per le 21:00, qui di seguito il programma:
 
PINETA COMUNALE in via san Quirico Performance musicale della band “Le cose a tre“: il trio nasce da un’idea di Giupy Semeraro strimpellando le canzoni italiane piú fanose per trascorrere piacevoli serate con gli amici. L’idea è stata poi migliorata e concretizzata grazie a Biagio Barra e al maestro Andrea Pedullà, che con le loro 2 chitarre hanno dato vita ad un intrattenimento tanto semplice quanto coinvolgente.
Inoltre, non perdete l’occasione di scattare delle foto scenografiche grazie alla PANCHINA DELL’AMORE e alle sfiziosissime fiat 500 abbellite romanticamente per l’occasione.
 
PIAZZA GARIBALDI Ella Lauria in trio”, accompagnata da Andrea Lollino al piano e Michele Acquafredda alla batteria. Gli scuri colori della voce di Ella allieteranno la serata con brani jazz, soul e pop, protagonista: l’amore! “Questo Amore” di Jacques Prévert: frasi d’amore e piazza di cuori per la magia dell’amore Attori: Annalisa Loparco, Vito Galasso, Selena Covello, Noemi Tanasi. Regia Giannico Soleti “Danzare l’amore e amare la danza” performance di danza della scuola di ballo “Somos Cubanos”, Coreografie a cura di Buccarella Sara e Semeraro Pamela
 
PIAZZA PELLEGRINO ROSSI “Flower Power Duo” – Loredana Carparelli (canto) e Giacomo Bagorda (canto e chitarra ) vi allieteranno con musica d’autore italiana e straniera e tante soundtrack di film romantici che sicuramente conoscerete!
 
CORSO UMBERTO “Il Mercatino dell’amore”, le immancabili caratteristiche bancarelle dell’artigianato locale che attirano i più curiosi e, perché no, sono occasione per fare un regalino alla persona amata.
 
Menu a tema a cura dei ristoratori aderenti che potrete trovare grazie ai palloncini fissati all’ingresso dei ristoranti, perché si sa…l’amore mette anche appetito!
 
Infine regolate gli orologi e non perdetevi il raduno per “il bacio di mezzanotte” da dare alla propria metà, in piazza Garibaldi! A tutti gli innamorati consigliamo i parcheggi gratuiti situati in via Clarizia, Piazza dei Navigatori e Largo Fedele. Questa splendida iniziativa è stata resa possibile grazie anche alla massiccia partecipazione di tutti gli operatori turistici, commercianti e ristoratori di cisternino a cui va un ringraziamento particolare.

Bari, domani in Cattedrale la “magia” del solstizio d’estate

La “magia della luce” si ripete anche quest’anno nella Cattedrale di San Sabino, a Bari vecchia. Nel pomeriggio di domani (21 giugno), intorno alle 17, dalla navata si potrà assistere alla spettacolo della luce solare che dal rosone si proietta sul mosaico ai piedi dell’altare. L’evento rappresenta idealmente l’avvio della stagione estiva, proprio nel giorno del solstizio.

Il fenomeno che da circa mille anni unisce la bellezza della natura all’abilità dell’uomo è stato dimenticato per lungo tempo. Solo durante i lavori di restauro del 2002, in maniera causale, i presenti notarono che la luce combaciava esattamente col rosone disegnato sul pavimento.

foto di Roberto Laruccia

Watch Dragon ball super